Pompe funebri regalano biglietti per lo stadio: la trovata è esilarante

Geniale campagna pubblicitaria per una inaspettata società di calcio italiana.

Guardando le partite della propria squadra allo stadio o in televisione, spesso affidandosi alla sorte se dopo svariati minuti di sofferenza, alzi la mano chi non ha mai fatto gesti scaramantici: c’è chi tocca ferro, c’è chi agita cornetti, chi si affida ad amuleti, chi tocca la gobba di qualche anziano parente. E ovviamente c’è chi fa gli scongiuri, che siano mostrando le corna con la mano o toccandosi le ‘parti basse’.

È il caso dei giocatori schierati in barriera, con la maglia rossoblu, che come di consueto si proteggono la delicata parte del corpo con le mani, giusto per evitarsi una pallonata da far vedere le stelle. Nulla di strano, se non fosse che la fotografia in questione fa parte di una esilarante e dissacrante campagna di marketing di una società di serie D: L’Aquila Calcio.

Per le prossime due partite casalinghe di campionato del Girone G, L’Aquila-Nuorese e L’Aquila-Sporting Trestina, il club abruzzese ha infatti pensato di mettere a disposizione 50 biglietti completamente gratuiti per lo stadio Tommaso Fattori.

Ma il bello viene ora: come averli? I tifosi meno scaramantici potranno ritirarli direttamente… alle pompe funebri. Si tratta infatti di una pensata di una società di onoranze funebri aquilana, per l’appunto, sponsor della squadra di calcio locale.

Ricordate la foto dei quattro giocatori in barriera che si proteggono le parti intime? Bene, fa parte di un manifesto stampato per l’occasione, che mette tra l’altro la ciliegina sulla torta alla vicenda. Ovvero il messaggio scritto a bordo della foto: “Fai gli scongiuri e vai allo stadio. I biglietti li paghiamo noi”.

50 tifosi in più, in ogni caso, farebbero proprio comodo a L’Aquila Calcio: serve la spinta di tutti per inseguire la promozione in Lega Pro. Non che la squadra vada male, anzi: è quinta a quota 24 punti, 3 lunghezze in meno della capolista Rieti.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti