Viaggi

Porto Venere: cosa vedere in città e nelle isole circostanti

Una lista di tutto ciò che c'è da vedere a Porto Venere, incantevole località ligure: i monumenti, le grotte, le spiagge della città e delle sue isole

Fonte: google

Porto Venere è una cittadina ligure famosa per le sue bellezze come il vecchio castello, le particolarissime case e le chiese antiche, oltre a suggestive isole con molte grotte; insieme alle Cinque Terre il territorio di Porto Venere è stato inserito tra i patrimoni dell’umanità UNESCO.

Per visitare i luoghi interessanti è necessario anche un solo un giorno, ma ciò non consentirebbe di godere del sole sulla spiaggia o fare il bagno al mare.
Il primo consiglio utile che vi diamo è quello di avventurarvi nel “giro delle isole”, da effettuare tramite il traghetto attorno alle tre isole antistanti. Durante il tragitto vi verranno raccontate le storie e le leggende dell’isola e potrete visionare le suggestive grotte e molti altri luoghi incontaminati di rara bellezza.

Cosa vedere

Porta del borgo è l’entrata del centro storico di Porto Venere, ovvero la via principale Cappellini sulla quale si possono trovare una moltitudine di negozi e ristoranti. Fu costruita nel 1113, mentre la vicina torre fu costruita nel 1161.

La Chiesa di San Lorenzo fu eretta tra il 1118 e 1130 dopo l’acquisizione di Porto Venere da parte della Repubblica di Genova. La chiesa si conserva molto bene grazie ai continui restauri e attualmente si trova nel cuore della città, nei pressi del Castello Doria.

Il Castello Doria si trova su un’altura rocciosa e apparteneva alla famiglia Doria, una delle famiglie più influenti nella storia della Repubblica di Genova. Oggi è una delle attrattive più celebri di Porto Venere, dal quale si può godere di uno stupenda vista panoramica sulla città.

Tra il Castello Doria e la chiesa di San Pietro si conservano le rovine di due costruzioni di forma cilindrica, i Mulini; questi sono i resti di alcune torri di avvistamento, anticamente usate come mulini a vento.

Tra i più suggestivi luoghi naturali di Porto Venere sono da annoverare le grotte marine. La più bella è la grotta dell’Arpaia, che si trova sulla terra ferma, nelle vicinanze della chiesa di San Pietro.

La Chiesa di San Pietro fu eretta nel 1198. A prima vista ha l’aspetto di un castello fortificato con torri e muraglie, mentre in realtà è una chiesa molto particolare ed antica.

Un’altra particolarità delle costruzioni vicino al mare è la Palazzata, una catena di case vecchie costruite sul lungomare, addossate alla roccia. Lunghe scalinate uniscono il lungomare alla strada principale della città, che si trova su un rialzo parallelo alla costiera, esattamente dietro le case.

Golfo dei Poeti

Il suo vero nome è Golfo della Spezia. Fu intensamente amato da diversi poeti e scrittori come Byron, Shelley, Montale e Petrarca; a causa del loro amore e della loro ispirazione, ha preso il nome di Golfo dei Poeti. Il golfo parte da Lerici e arriva fino a Porto Venere, collegando tra di loro promontori, spiagge, coste, mare, antichi borghi e natura selvaggia: uno dei tratti costieri più invidiati al mondo.

Cinque Terre

Dal 1997 insieme a Porto Venere, le isole Palmaria, Tinetto, Tino e le Cinque Terre sono state introdotte tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. A poca distanza da Porto Venere si trovano le famose Cinque Terre, ovvero cinque bellissimi borghi incastonati nella costa frastagliata della riviera di Levante, dalle caratteristiche case dai colori sgargianti e panorami da cartolina, visitati ogni anno da milioni di turisti.

Palmaria, Tino e Tinetto

L’isola Palmaria è famosa per l’escursionismo: nel territorio sono presenti molti sentieri caratteristici, i quali attraggono turisti da tutto il mondo.
L’isola del Tino è, invece, una piccola isola posizionata un po’ più sud di Palmaria. La sua particolarità è che l’intera superficie è riservata a zona militare; per tale ragione l’accesso all’isola è vietato, ma è possibile visitarla soltanto due volte l’anno: il 13 settembre, in occasione della festività di San Venerio (monaco eremita) e la successiva domenica.
Il Tinetto è la più piccola delle isole ed è quella che si trova più a sud, poco lontano dal Tino. E’ accessibile ai cittadini, i quali possono ormeggiare i propri mezzi, rispettando il regolamento del Parco Naturale Regionale di Porto Venere.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati