0, 1, 0, 2, 0, 1, 1 trend

Luca Guadagnino al pranzo di gala con i nominati agli Oscar

I nominati agli Oscar 2018 hanno partecipato ad un pranzo di gala in cui era presente anche Luca Guadagnino

Cresce l’attesa per gli Oscar 2018. In attesa della grande serata di premiazione tutti i nominati hanno preso parte ad una cena. Fra i presenti anche Luca Guadagnino, il regista italiano in corsa per 4 statuette.

Il cineasta ha partecipato al tradizionale pranzo di gala che si è tenuto al Beverly Hilton di Los Angeles. L’evento, denominato Oscar Nominees Luncheon, è stato organizzato ancora una volta dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences.

Fra i rituali più famosi quello della foto di gruppo con tutti i candidati alla statuetta d’oro. L’immagine dà ufficialmente il via al countdown per gli Oscar. La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 4 marzo a Los Angeles.

Il pranzo con i candidati agli Academy Awards 2018 ha visto posare insieme grandi personalità come Steven Spielberg e Meryl Streep, ma anche Kobe Bryant, ex giocatore di pallacanestro, e i giovanissimi Daniel Kaluuya e Timothee Chalamet.

Presente il regista Guillermo del Toro, candidato a 13 statuette, e il nostro Luca Guadagnino che con “Chiamami col tuo nome” spera di conquistare il premio come “Miglio Film”.

Fra i grandi assenti all’evento la regista Agnès Varda. L’artista francese di 89 anni non ha potuto prendere parte al pranzo con gli altri candidati. Al suo posto nella foto è stato inserito un cartonato a grandezza naturale, portato alla cerimonia da JR il fotografo nominato insieme a lei grazie al  documentario “Visages Villages”.

Durante lo shooting pre-Oscar i candidati hanno scherzato e riso, soprattuto grazie al cartonato della regista, che è diventata, inconsapevolmente, la vera star del gruppo.

Nel frattempo cresce l’attesa per la cerimonia di premiazione. I film favoriti per la vittoria sono “Lady Bird”, “La forma dell’acqua” e ovviamente “Chiamami col tuo nome”. Il capolavoro di Luca Guadagnino ha stregato la giuria e ora punta a conquistare tutte e quattro le statuette per cui è candidato.

“È stato un lungo percorso personale – aveva svelato qualche giorno fa il regista a Repubblica -. Il giorno prima delle nomination abbiamo festeggiato un anno dalla prima proiezione al Sundance Film Festival.

“Io e il mio montatore Walter Fasano – aveva raccontato Guadagnino – eravamo convinti, senza falsa modestia, di aver fatto un buon film ma l’accoglienza che ha avuto al Sundance e poi in tutte le altre proiezioni in giro per il mondo hanno avuto è stata straordinaria e questa storia ha avuto una risonanza che non avremmo immaginato”.

Oscar nominati

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti