Sport

Prende il coltello e minaccia un dirigente: follia del capitano

Un nazionale ha letteralmente perso la testa prima di una partita importante.

Fonte: Menzophoto

Ormai succede di tutto, quando si parla di calcio. Mancava solamente il capitano che minaccia un dirigente con un coltello durante un litigio.

A colmare la lacuna – si fa per dire – ha pensato Hazem Emam, uomo simbolo dello Zamalek, la più prestigiosa formazione egiziana. L’incredibile episodio è accaduto a poche ore dalla gara della Champions League africana giocata dall’undici biancorosso a Pretoria, in Sudafrica, sul campo del Mamelodi Sundowns e persa per 1-0. In una concitata conferenza stampa, organizzata nella tarda serata di mercoledì, il presidente del club, Mortada Mansour, ha annunciato di averlo messo fuori rosa (e quindi sul mercato) e, nel contempo, ha detto di avere dato il benservito all’allenatore, Mohamed Helmi, il cui posto sarà preso a interim da Mohamed Salah, omonimo dell’attaccante della Roma (ma poi, stando alle ultime indiscrezioni, dovrebbe arrivare uno tra l’argentino Enzo Trossero e il belga George Leekens).

Laterale destro nel giro della nazionale dei ‘Faraoni’ Hazem Emam è omonimo di una vecchia conoscenza del calcio italiano: l’Hazem Emam ribattezzato pomposamente ‘Zico delle Piramidi’ ha giocato nell’Udinese, ma il suo rendimento è stato ben lontano da quello del brasiliano ex Flamengo.

In patria comunque viene apprezzato per le sue giocate, tanto da essersi meritato un video-montaggio delle sue prodezze (Clicca qui per vederlo).

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati