0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

Un professore in pensione ha scoperto la vera Camelot

Un professore in pensione afferma di aver trovato l’esatta collocazione di Camelot, la mitica città di Re Artù

Fonte: Wikipedia

Lui si chiama Peter Field, è un professore di letteratura inglese in pensione e ha annunciato di aver scoperto la vera Camelot. Questa storia arriva dall’Inghilterra, dove uno studioso appassionato di letteratura e storia, è certo di aver individuato l’esatta collocazione di una delle città più famose di sempre, teatro delle avventure del leggendario Re Artù. Camelot, secondo Peter Field, sarebbe collocata a Camulodunum, antica roccaforte nel villaggio di Slack. Qui Re Artù avrebbe vissuto insieme ai suoi cavalieri difendendo l’Inghilterra dagli invasori.

Intervistato dalla BBC, il professore di letteratura, ormai in pensione, ha commentato la grande scoperta: “È solo una possibilità –ha spiegato -. Studiando alcune mappe, improvvisamente tutto sembrava coincidere”. “Credo di aver risolto un mistero lungo 1400 anni”. La scoperta di Field è stata presentata presso il centro di storia e cultura del libro della Bangor University. Ovviamente lo studio è ancora agli inizi e ci sono ancora molti particolari da studiare e comprendere. Nonostante ciò in molti sono convinti che la vera Camelot sia stata finalmente individuata.

Sino ad oggi infatti nessuno è riuscito ad individuare con certezza la posizione di Camelot, la magica città fortezza di Re Artù, nonostante negli anni ci siano stati molti tentativi al riguardo. Sono stati tanti infatti i luoghi indicati in Gran Bretagna, come il castello di Re Artù, fra questi Saltwell Park, Gateshead e Cadbury Castle nel Somerset, ma anche Tintagel Castle e Viroconium, Caerleon-on-Usk situato nel Galles meridionale e Dinerth Castle nel Galles occidentale.

Secondo quanto scoperto da Peter Field, Camelot sarebbe sorta dove oggi si trova la città di Colchester. In quel luogo secoli fa si trovava il castello di Camulodunum, una fortezza della provincia romana della Britannia. All’epoca la regione era particolarmente isolata a il castello era un importante punto di ritrovo per i militari che dovevano difendere i confini dagli invasori. Il nome Camulodunum, tramandato nel tempo e scritto sui libri, sarebbe stato poi modificato, creando Camelot.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti