Prova a non ridere guardando questa pubblicità

Sul web è comparsa una pubblicità spassosa riguardo un corso di Photoshop. Provate a non ridere guardandola!

foto esilarante

Vi sfidiamo: provate a non ridere guardando questa pubblicità! Si tratta di un cartello che sponsorizza un corso di Photoshop ed è comparso in diverse città italiane in questi giorni. Molte persone sono rimaste colpite e divertite dalla pubblicità, così tanto che la foto è finita sui social, dove è divenuta in breve tempo virale.

Nell’immagine si vedono due foto che descrivono il “prima” e il “dopo” dell’uso di Photoshop. Nel primo scatto c’è il mitico castello di Disneyland Paris con Topolino e Minnie abbracciati e sorridenti, nel secondo invece sono stati aggiunti accanto ai due pupazzi giganti anche dei bambini.

Come tutti ben sanno andare a Disneyland è il sogno di tantissimi bambini in giro per il mondo. Molto spesso però organizzare un viaggio nel parco divertimenti di Parigi è tutt’altro che semplice, ma sopratutto piuttosto dispendioso. Cosa rispondere ai piccoli che chiedono con insistenza di volare in Francia? La soluzione arriva grazie al programma di grafica, in grado di modificare qualsiasi foto.

“Corso di Photoshop – si legge nel cartellone pubblicitario -. Non hai soldi per portare tuo figlio a Disneyland? Vuoi comunque essere un buon padre?”. La risposta arriva proprio dalle persone che promuovono il corso in cui imparare ad usare il software.

“Perché i ricordi dei bambini sono confusi e passeggeri – conclude lo spot -, però le foto rimangono per sempre”. Insomma, la soluzione giusta per i genitori che non possono portare i propri figli a Disneyland è convincerli di esserci andati. Visto che i ricordi dei più piccoli sono piuttosto confusi, basterà modificare qualche foto per fargli credere che si sono recati nel parco divertimenti, anche se non è stato così.

La pubblicità è davvero divertente ed esilarante, così tanto che il post è diventato virale. L’idea di utilizzare Photoshop per convincere i propri figli di essere andati da qualche parte è folle, ma spassosa.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti