Imperdibili

Qualcun altro si scrive senza apostrofo: imparare la grammatica italiana

Qualcun altro è una forma della grammatica italiana che non vuole l'apostrofo, quindi si scrive semplicemente: qualcun altro

La grammatica italiana insegna a scrivere qualcun altro senza apostrofo, ma come fare per capire il meccanismo giusto? Bisogna semplicemente rispettare quel che accade in fondo alla prima parola. In effetti il pronome indefinito qualcun deriva da qualcuno. Allora si può affermare che il pronome indefinito qualcuno significa una persona non specifica. Infatti, quando si scrive se c’è qualcuno in casa, si mette in evidenza che in casa non sappiamo chi c’è. Quindi non esiste una quantità definita per il pronome qualcuno che sarà come in questo caso singolativo, cioè riferito ad una sola persona.

Nel caso di qualcun altro cade la vocale in fondo a qualcuno e quindi si verifica un troncamento. Tuttavia, e in altri casi, la caduta della vocale può avvenire sia per troncamento che per elisione, anche se l’apostrofo in caso di troncamento non va messo. Alla fine, per capire se la prima parola deve essere apostrofata oppure no bisogna provare a lasciarla da sola e vedere se suona bene all’orecchio. In effetti, per migliorare la scrittura è meglio scrivere qualcun altro oppure qualcun’altro, quasi come se fosse tutta una parola? E’ più chiara sicuramente la prima ipotesi.

Qualcun altro non è un’elisione in cui cade la vocale e si mette l’apostrofo, ma è un troncamento. Infatti, se si considera che la seconda parola inizia con una vocale ci si trova davanti a qualcuno altro, che non si può accettare. Quindi, cade la vocale finale di qualcuno e diventa qualcun altro. Se la combinazione suona meglio con due parole scritte ben distinte è sempre meglio optare per questa soluzione, altrimenti si deve aggiungere l’apostrofo.

Per fare altri esempi e capire meglio la forma grammaticale di qualcun altro eccoci di fronte a pover uomo da scrivere correttamente così: pover’uomo. Anche qui la seconda parola inizia con una vocale, ma sta meglio scrivere e pronunciare pover’uomo invece di pover uomo e quindi si tratta di un’elisione. Nel caso invece di qual’è, non si deve scrivere in questo modo, ma nella sua forma corretta: qual è. Qui si riscontra un troncamento in quanto la parola qual ha una forma autonoma. Nel passato invece qual veniva utilizzato con l’apostrofo; oggi la sua forma corrente e corretta in grammatica è quella del troncamento o apocope come si usa per qualcun altro.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati