Quali mostre vedere alla Biennale di Venezia 2017

La mostra di Venezia vuole stupire con un'edizione all'insegna dell'arte sotto ogni punto di vista. Sculture, installazioni e nuove prospettive

Fonte: Twitter

Numerose le pietanze che bollono nella pentola dell’attesissima Biennale di Venezia 2017, giunta alla 57a edizione, che aprirà le porte dal 13 maggio al 26 novembre sotto la direzione dell’attenta Christine Macel. Il titolo con cui si è voluta identificare la mostra, Viva Arte Viva, già rende l’idea di quello che attende i visitatori. Numerose le novità allettanti che vanno prima di tutto dalla possibilità di incontrare gli artisti e parlare con loro.

L’omaggio a Sottass

Quest’anno si celebrano i 100 anni della nascita del grande designer noto per numerosi progetti famosi in tutto il mondo e per il suo grande sodalizio con la Olivetti degli anni d’oro della scrittura. Vetro, plastica e policarbonato imperano nel padiglione Sottass come omaggio al grande designer con 200 opere di Ernest Mourmans che celebrano il mito del disegno industriale e della creatività. L’installazione può essere visitata presso l’isola di San Giorgio fino dal 13 maggio al 30 luglio.

Il padiglione Italia

Immancabile il tour del padiglione nostrano, in questa edizione curato da Cecilia Alemani e supportato da Fendi. Tre sfaccettature dell’arte che coinvolgono le sculture di Roberto Cuoghi, i video di Adelita Husni-Bey, mentre invece Giorgio Andreotta Calò proporrà una installazione ambientale che farà davvero guardare in ‘alto’. Tutto questo è possibile visitarlo alle Tese delle Vergini, all’Arsenale dal 13 maggio al 26 novembre.

Gli abissi incantati

Damien Hirst vuole racconta una storia fatta di leggende, fatta di realtà possibili e di mondi fantastici sommersi. Le sue creature prendono vita da pezzi di mondo reale e fantastico, in una miscela in cui i confini scompaiono per far posto alla storia, topolino, vetro, bronzo e figure mitologiche in un mix senza recinti contenitivi. Palazzo della Dogana e Palazzo Grassi saranno gli scenari di questa fantastica avventura dal 13 maggio fino al 26 novembre.

Intuition

Il mondo dei sogni che sconfina nel mondo reale,giocando con esso e sussurrando all’arte le sue parole costruite in maniera diverse, particolare, nuova. L’esplorazione del sogno, dell’ipnosi e dei sogni nella sua manifestazione artistica fatta di incroci tra diverse visioni e performance dal vivo che lasciano senza parole curate da Alex Vervoodt e Daniela Ferretti, che promettono di incantare tutti i visitatori di Palazzo Fortuny dal 13 maggio al 26 novembre.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti