Lifestyle

Quando siamo in imbarazzo, arrossiamo: ecco perché

Non c'è nulla di peggio che diventare rossi davanti agli altri. Tutti capiscono che siamo in imbarazzo o addirittura possono pensare che stiamo mentendo. Ma perché arrossiamo?

Fonte: flickr

Perché la natura fa in modo che il viso si arrossi quando ci sentiamo in imbarazzo, rendendoci ancora più ridicoli davanti agli altri e minando la fiducia in noi stessi? È tutta colpa dell’adrenalina. Quando siamo imbarazzati l’adrenalina fa espandere i vasi sanguigni più vicini alla superficie della pelle, consentendo al sangue di fluire. Da qui il colore rosso del nostro viso.

Eppure non tutto il male viene per nuocere: alcune ricerche dimostrano che chi arrossisce riesce a trovare più facilmente un partner. Per quale motivo? Quando si diventa rossi, ci si mostra più vulnerabili e alcuni pensano di poterci capire meglio, perché non nascondiamo le nostre emozioni.

Inoltre il rossore può essere letto come un’espressione non verbale di scuse: accompagnato a un ”Mi dispiace”, nessuno dubiterà della vostra sincerità e (si spera) eviterà di aggredirvi.

Quindi via libera, arrossite pure. Questo magari vi ha già risparmiato qualche spiacevole discussione o forse vi permette di dimostrare agli altri che la vostra anima non è fatta di ghiaccio.

Certo però che ci sono momenti in cui nemmeno arrossire riuscirà a ingraziarvi qualcuno, tanto meno un potenziale partner. Ad esempio se vi si strappano i pantaloni, mentre vi state scatenando su una pista da ballo.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati