Sport

Quanto guadagna chi ha vinto il Campionato di Serie A 2015/2016 ?

Ecco quanto vale la vittoria in Serie A di calcio. Cifre elevate per chi riesce ad alzare al cielo lo scudetto nel campionato italiano

Fonte: flickr

Il primo posto nella Serie A di calcio da quest’anno vale ancora di più. Dopo una rincorsa entusiasmante la Juventus è riuscita ad avere la meglio sul Napoli e a portare a casa il suo quinto scudetto consecutivo. Un’impresa riuscita solo ai bianconeri stessi negli anni trenta, al Torino negli anni quaranta, e recentemente all’Inter (anche se uno scudetto dei nerazzurri fu assegnato a tavolino). I bianconeri possono esultare per due motivi: sia dal punto di vista sportivo per l’incredibile traguardo raggiunto, ma anche per ragioni prettamente economiche.

La Lega Serie A, infatti, ripartisce dei premi, per un totale di 809 milioni di euro, secondo diversi parametri: un premio fisso (40%), un altro a seconda della posizione d’arrivo in classifica (30%) e infine per il bacino d’utenza (30%). Il primo parametro distribuisce i soldi in parti uguali ad ogni società, quindi all’incirca 16 milioni per ognuna delle 20 squadre. Il secondo assegna 1 milione per le posizioni dall’undicesima alla diciassettesima, mentre le prime dieci si spartiscono circa 230 milioni in base all’arrivo. Alla prima, alla seconda e alla terza classificata spettano 10,38 milioni di euro a testa.

La Juventus, club vincitore quest’anno, può vantare anche uno stadio di proprietà, che le permette di accrescere il bacino d’utenza. Tra abbonamenti e biglietti ogni anno l’utile derivante dallo Juventus Stadium, a partire dal 2011, è aumentato fino ad arrivare a circa 50 milioni di euro. Gli accordi di sponsorizzazione e i contratti commerciali, invece, servono solo a coprire tutte le spese che derivano dalla vittoria di un campionato: premi per i giocatori, per il tecnico, per lo staff e per i dirigenti.

Gli introiti più cospicui derivano senza dubbio dai diritti tv e dai premi Uefa: 100 milioni da dividere tra le due o tre squadre qualificate alla Champions. Se la Roma, arrivata terza in campionato, dovesse passare il turno preliminare la ripartizione avverebbe così: 50 milioni divisi in base all’ordine di classifica (25 alla prima, 17,5 milioni alla seconda e 7,5 milioni alla terza) e altri 50 milioni in base al market pool, ovvero il totale delle partite disputate nella competizione e di conseguenza gli introiti portati all’Uefa. Sommando tutti gli introiti si evince che la vittoria nella Serie A di calcio può arrivare a valere all’incirca 60 milioni di euro.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati