Sport

Quanto guadagna chi vince il Campionato di serie b 2015/2016 ?

Il campionato di calcio di Serie B regala ogni anno piacevoli sorprese ai suoi telespettatori, ecco quanto guadagna la vincente finale

Fonte: flickr

La Serie B sta attirando verso sé sempre più appassionati della competizione, grazie soprattutto, alla spettacolarità del campionato e alla imprevidibilità della vincente finale. Ogni anno, infatti, una o due squadre riescono a stupire tutti per via delle brillanti prestazioni come, ad esempio, hanno fatto l’anno scorso Carpi e Frosinone, ottenendo, al termine di una stagione memorabile, la meritata promozione in Serie A. Anche quest’anno, il Crotone, guidato dal mister Juric, è riuscito ad ottenere una storica promozione battendo ogni aspettativa di inizio anno.

Inoltre dal campionato cadetto assieme alla squadra calabra è stato promosso anche il Cagliari, neo vincente del campionato di Serie B, che ritornerà in Serie A dopo un solo anno di permanenza in Serie B. Otterrà la promozione ancora una fra Pescara, Spezia, Novara e Trapani che stanno disputando i play-off in questi giorni. Comunque, oltre alla gioia conseguente al passaggio nella categoria superiore, la promozione in Serie A significa anche un guadagno in termini economici. Vediamo ora quanto guadagna effettivamente la vincente del campionato di Serie B.

Stando a quanto riportato dal report calcio 2016, pubblicato ogni anno dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio, in caso di promozione il valore della produzione medio cresce di circa 23 milioni di euro, per un risultato netto effettivo di quasi 5 milioni. Ciò che effettivamente apporta benefici economici alle squadre promosse nella massima serie è l’incremento dei ricavi relativi ai diritti radio televisivi pari, in media, all’81% degli introiti. Di contro, però, vi è anche un aumento del costo del lavoro necessario per competere nella nuova categoria. Insomma, se non si vuole vedere svanire subito la gioia per la promozione si dovrà spendere, almeno nella maggior parte dei casi.

Inoltre, sempre a quanto riportato dall’analisi della FIGC, è interessante notare come la promozione dalla Serie B alla Serie A abbia un impatto economico positivo, in termini di bilancio, inferiore rispetto all’impatto economico negativo in caso di retrocessione dalla massima serie. Infatti, in caso di retrocessione il valore medio della produzione diminuisce di 15,8 milioni e il reddito netto peggiora di 4,8 milioni di euro. In entrambi i casi, comunque, si registra un peggioramento della situazione economica illustrata dal patrimonio netto.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati