Sport

Quanto guadagna il ciclista che vince il Giro d' italia 2016?

Il montepremi finale per chi vince il Giro d'Italia 2016, la corsa a tappe di ciclismo più famosa nel nostro Paese

Fonte: Wikipedia

Appassionati di ciclismo e del Giro d’Italia, conoscete il montepremi finale della celebre corsa a tappe che si disputa a maggio lungo le strade dello Stivale? Quest’anno la manifestazione sportiva si concluderà domenica 29 maggio a Torino, dopo un mini circuito che i corridori dovranno affrontare otto volte prima di tagliare il traguardo finale, posto dopo 163 km dalla partenza di Cuneo. Tra i grandi favoriti per la vittoria della 99^ edizione del Giro troviamo il nostro Vincenzo Nibali. Il ciclista siciliano corre per l’Astana. Tra i suoi obiettivi, la conquista del secondo successo dopo il trionfo del 2013, avendo collezionato un terzo e secondo posto nelle precedenti due edizioni.

Il montepremi finale per chi arriva primo al Giro d’Italia 2016 è pari a 115.668 euro. Una cifra importante per il ciclismo di oggi, uno sport che deve fare sempre i conti con il doping, la piaga che ha colpito diverse volte le squadre partecipanti alle due grandi corse a tappe, il Giro appunto e il Tour de France. Al corridore che si piazzerà in seconda posizione andranno 58.412 euro, all’incirca la metà di quanto percepirà il vincitore della classifica. Una nuova sforbiciata si abbatterà sul montepremi che verrà assegnato al terzo classificato, il quale porterà a casa la somma di 28.801 euro. Leggendo il regolamento ufficiale del Giro d’Italia, si apprende che i premi in denaro verranno corrisposti fino alla ventesima posizione. Montepremi identico, pari a 2.863 euro, per chi si piazzerà tra il decimo e ventesimo posto.

Come detto nel primo paragrafo, ad avere le maggiori possibilità di aggiudicarsi il montepremi di 115.668 euro è Vincenzo Nibali. Il ciclista siciliano deve guardarsi soltanto dallo spagnolo Alejandro Valverde, complici i ritiri, durante la seconda settimana, di Mikel Landa e Tom Dumoulin . Lo spagnolo del team Sky era tra i favoriti per il successo finale, prima del ritiro durante la tappa appenninica con arrivo a Sestola. Ventiquattro ore più tardi a scendere dalla bici è stato il forte ciclista olandese. Quest’ultimo era stato maglia rosa per sei giorni, grazie alla vittoria della cronometro nella sua terra d’origine e la bellissima azione durante la tappa Catanzaro-Praia a mare, con cui aveva stupito tutti, addetti ai lavori e non.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati