Sport

Quaresma lancia il Portogallo: la rivincita del 'Trivela'

L'ex interista, fortemente voluto da Mourinho in nerazzurro, ha spedito il Portogallo ai quarti di finale con un gol all'ultimo respiro.

Il protagonista che non ti aspetti. Sfatiamo un mito: Josè Mourinho all'Inter ha commesso anche qualche errore. Nonostante il 'profeta di Setubal' resterà per sempre nel cuore di tutti i tifosi interisti per avere condotto la 'Beneamata' ad uno storico Triplete, in tanti, a cominciare dall'ormai ex presidente nerazzurro Massimo Moratti, non possono dimenticare i 30 milioni spesi per strappare al Porto Ricardo Quaresma, il 'Trivela'. 

L'esperienza milanese del fantasista portoghese era partita sotto i migliori auspici con i cuori nerazzurri, convinti di essersi assicurati il nuovo CR7, pazzi di gioia ed un gol all'esordio contro il Catania. San Siro, però, non perdona e dopo una serie di prove incolori (per usare un eufemismo) la pioggia di fischi che si abbatteva ad ogni 'Trivela' tentata dall'ex Porto ha condizionato le sue prove, costringendo anche chi lo aveva fortemente voluto, chiesto ed ottenuto a dimenticarlo in soffitta. Pochi lampi, insomma, anche dopo aver lasciato Milano. 

Sabato sera, però, in occasione della gara degli ottavi di finale contro la Croazia, Quaresma si è preso la propria rivincita segnando il gol qualificazione al 117' minuto di gioco, spedendo la nazionale portoghese in paradiso e dando il ben servito ai suoi (numerosi) detrattori. "Abbiamo lottato tanto e lavorato duramente, la Croazia è una grande squadra ma la vittoria è stata giusta. Il gol significa molto per me, sono felice per la rete e per la mia squadra. Anche per il mio Paese. Se è la rete più importante della mia carriera? Sì, ma voglio continuare a fare bene. La cosa importante è recuperare le forze, la gara contro la Polonia sarà difficile. Bisogna riposare e poi prepararci", il commosso commento a caldo dopo la vittoria.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati