Imperdibili

Questi nanofiori individuano i batteri prima che vi facciano ammalare

Scopriamo insieme la nuova tecnologia chiamata nanofiore, capace di individuare i batteri che vi fanno ammalare nonostante la loro bassa concentrazione nei cibi o nel organismo

Fonte: pixabay

Uno dei bisogni primari per salvaguardare la salute è saper individuare eventuali batteri pericolosi nei cibi che consumiamo ogni giorno. Tale cosa era possibile solamente grazie ad una elevata concentrazione degli stessi, permettendo così ai ricercatori di individuarli. Grazie all’impegno e alla ricerca assidua svolta da alcuni esperti del settore dell’università Washigton state si è riuscito a produrre una sorta di rilevatore biologico chiamato nanofiore, dovuto alla sua forma di fiore . Tale particella nanotecnologica di è capace di individuare batteri presenti a bassissima concentrazione “semplicemente bloccando” , grazie alla sua forma particolare, quei enzimi responsabili all’identificazione dei batteri stessi.

Il professiore Yuehe Lin, capo del team che ha sviluppato questa tecnologia dichiara di voler arrivare a creare una particella che identifichi una vasta gamma di batteri presenti non solo sul cibo ma anche nell’organismo (come ad esempio i marcatori caratteristici di alcune malatie come il tumore ).Dichiara di aver anche il desiderio che tale tecnologia sia alla portata di tutti e con un’utilizzo semplice, come tanti altri dispositivi già presenti nel mercato al giorno d’oggi, basti pensare ai test di gravidanza o al sistema utilizzato per misurare il glucosio.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati