Imperdibili

Questo latte dura 9 settimane senza andare a male

Esiste un metodo che fa durare il latte 9 settimane. La tecnica arriva dall'America ad opera di un gruppo di ricercatori

Fonte: flickr

Il latte 9 settimane è una recente invenzione di un gruppo di ricercatori americani. Il latte pastorizzato refrigerato di norma dura circa due o tre settimane, in seguito si trasforma in un prodotto non commestibile. Mentre c’è chi sta sperimentando una ricerca per ricavare il latte di scarafaggio, alcuni ricercatori della Purdue University hanno studiato un metodo che consente di ottenere un latte vaccino a lunga conservazione, fino a 63 giorni, senza l’aggiunta di sostanze chimiche. Il latte appena munto e non trattato contiene molti microrganismi.

Per rendere l’alimento più sicuro viene sottoposto a pastorizzazione che consiste in un trattamento termico a temperatura inferiore ai 100°C. Sviluppata da Louis Pasteur nel XIX secolo, la tecnica uccide una buona parte di batteri presenti. Invece il nuovo processo porta il latte pastorizzato ad una temperatura superiore di 10 gradi per mezzo secondo. In questo modo verrebbero decimati il 99% dei batteri ospitati nel latte dopo la pastorizzazione iniziale. Così la bevanda che accompagna da sempre le colazioni degli italiani, si manterrebbe in frigo per ben 9 settimane, conservando tutte le proprietà organolettiche.

Per sviluppare il latte 9 settimane i ricercatori hanno preso delle gocce della bevanda pastorizzate, messe in una camera LTST, portate ad elevata temperatura e poi subito raffreddate. Con il procedimento il latte non subisce alcuna variazione. Il colore bianco rimane intatto così anche il profumo, mentre il sapore è migliore di quello normale. Avere in casa il latte a lunga conservazione e berlo anche dopo 2 mesi, come se la confezione fosse aperta al momento dell’uso, è un grande vantaggio. Il latte pastorizzato a sua volta può essere: intero, parzialmente scremato e scremato in base alla percentuale di grassi presente.

Il prezzo di base del latte vaccino, alla stalla, per qualsiasi uso sia destinato, viene determinato tenendo conto: del contenuto di grasso fino al 3,3%, del contenuto di proteine fino al 3%, delle caratteristiche microbiologiche, delle caratteristiche citologiche. I ricercatori statunitensi per ora stanno sviluppando il metodo di conservare a lungo il latte, ma non è prevista la commercializzazione del prodotto, anche se sono molte le aziende interessate. In futuro dopo il latte blu nel cappuccino, troveremo sugli scaffali dei supermercati anche il latte 9 settimane.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati