Ramsay: "Non lascerò la mia fortuna ai figli". Ecco perché

Gordon Ramsay non lascerà la sua immensa fortuna in eredità ai suoi figli

Fonte: GettyImages

Gordon Ramsay non lascerà la sua immensa fortuna in eredità ai suoi figli. Il cuoco e personaggio televisivo britannico in un’intervista rilasciata al Telegraph spiega le sue ragioni: “Non voglio viziarli”, ammette. Sposato con Cayetana Elizabeth Hutcheson, conosciuta come Tana Ramsay, dal 1996, ha avuto quattro figli: Megan, i fratelli gemelli Jack e Holly e Mathilda, che hanno rispettivamente 18, 17 e 15 anni.

“Per me non è mai stata una questione di soldi. I soldi non sono mai stati il mio obiettivo principale e ciò si riflette anche nel modo in cui sono cresciuti i miei figli – ha spiegato Ramsay al Telegraph -. L’ultima volta che siamo stati al mio ristorante sulla Royal Hospital Road (a Londra) è stato per il sedicesimo compleanno di Megan ed era la prima volta che mangiavo lì con i ragazzi”.

Nonostante i guadagni vertiginosi del padre (che si aggirano intorno ai 54 milioni di dollari all’anno), i figli devono provvedere alle spese per i loro telefoni e per i biglietti del bus e prestano regolarmente servizio in associazioni caritatevoli, come quella del Great Ormond Street Hospital.

“Non si siedono con noi in prima classe – ha aggiunto il cuoco -. Non hanno mai lavorato abbastanza duramente da poterselo permettere. A quell’età mi stai dicendo che bisogno hai di sederti in prima classe? No, non gli è permesso. Siamo davvero severi in questo. Io giro a sinistra con Tana e loro a destra e dico agli steward: ‘Assicuratevi che non vengano vicino a noi, voglio dormire su questo aereo’. Ho lavorato duramente per sedermi così vicino al pilota ed è una cosa che si apprezza di più quando si è sgobbato per permettersela”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti