0, 3, 5, 0, 1, 0, 0 trend

Regala pane a uno sconosciuto, lui torna: "Sono ambasciatore USA"

Un macellaio toscano ha regalato del pane ad uno sconosciuto. Pochi giorni dopo l'uomo è tornato svelando di essere l'ambasciatore USA

Ha regalato del pane a uno sconosciuto e solo dopo ha scoperto che si trattava dell’ambasciatore Usa. Accade in Toscana, dove il macellaio Paolo Filippini è stato premiato per il suo gesto di gentilezza.

L’uomo, 48 anni, ha una macelleria a Piandiscò, nel Valdarno. Il giorno di Ferragosto stava per chiudere quando un uomo dall’accento americano è entrato nel suo negozio chiedendo del pane. Paolo non ne aveva più, ma si è ricordato di aver conservato una pagnotta che doveva portare alla famiglia.

Così ha preso il pane e l’ha diviso a metà, dandone una parte allo straniero senza chiedere nulla in cambio. “Free, gratis, regalo di Paolo e famiglia, by by friend” gli ha detto il commerciante e l’uomo se n’è andato sorridendo. Qualche giorno dopo è tornato, svelando la sua vera identità.

Si trattava infatti di Louis Lawrence Bono, ambasciatore americano presso la Santa Sede, personaggio importante e con diversi incarichi politici e diplomatici molto delicati. L’ambasciatore stava trascorrendo le vacanze in Toscana insieme a tutta la famiglia ed è rimasto colpito dal gesto di gentilezza di Paolo. Per questo ha deciso di tornare nel negozio per ringraziarlo e, in qualche modo, premiarlo.

L’auto blindata e con i finestrini oscurati, accompagnata da alcuni mezzi di scorta, si è fermata davanti alla macelleria e Paolo è rimasto sconvolto. “Quando ho visto quella carovana mi è quasi venuto un colpo – ha raccontato -, i vicini sono scesi in strada, la gente è uscita dai negozi. Maremma che ho combinato, sarà mica la Guardia di Finanza? Mi sono chiesto. Poi, siccome le tasse le ho sempre pagate tutte, ho detto che forse era successo qualcos’altro”.

“Prima è entrato un signore che mi ha chiesto se poteva bonificare il mio negozio, sì come fanno quando arrivano personaggi importanti. Poi dall’auto argentata è sceso lui, l’uomo del pane. E io sono rimasto a bocca aperta”. L’incontro è stato molto emozionante e l’ambasciatore ha ringraziato più volte il commerciante: “Avevi poco pane anche per la tua famiglia eppure non hai esitato ad aiutarmi. Sei una brava persona” gli ha detto, prima di acquistare bistecche e prodotti locali nella bottega e di presentargli tutta la famiglia Bono.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti