Sport

Risse e incidenti, quando gli Europei finiscono male

Brutti episodi da segnalare dopo le eliminazioni nei quarti di finale degli Europei di Croazia e Belgio. Rakitic ha dovuto subire la rabbia dei tifosi mentre il portiere Courtois e il commissario tecnico Wilmots sono quasi venuti alle mani

La frustrazione per l’eliminazione dall’Europeo può spesso degenerare. Gli esempi arrivano da Croazia e Belgio, rispettivamente eliminate negli ottavi dal Portogallo e nei quarti dal Galles, dove si segnalano due brutte storie, specialmente la prima che riguarda Rakitic, preso di mira dai tifosi.

Dopo la sconfitta subita contro Cristiano Ronaldo e compagni, condita da una brutta prestazione personale, i guai non sono finiti infatti per il centrocampista croato, che ha passato un venerdì di grande paura. Attorno alle 13, infatti, 6 teppisti si sono insinuati nella villa del giocatore del Barcellona, situata nell’isola Ugijan, in Dalmazia, dovestava trascorrendo qualche giorno di vacanza insieme alla famiglia.

I malviventi hanno distrutto porte e finestre scagliando grosse pietre mentre Rakitic, la mogile e le due figlie stavano pranzando. Solo paura, ma la villa, del valore di 2,2 milioni, è andata ovviamente distrutta. Già partite le indagini della polizia per capire le motivazioni del gesto.

Capitolo Belgio: che tra Thibaut Courtois e Marc Wilmots non corresse buon sangue lo si era già capito al termine della partita contro l’Italia, quando il portiere del Chelsea e della nazionale belga non era andato per il sottile stroncando l’organizzazione tattica della propria squadra: “L’Italia ci ha surclassato” disse Courtois.

La conferma che non si trattasse di captatio benevolentiae nei confronti del proprio futuro allenatore Antonio Conte viene da quanto riportato dalla stampa locale al termine della clamorosa sconfitta subita dai Diavoli Rossi ai quarti contro il Galles.

La partita sarebbe stata seguita da un’accesa discussione tra portiere e allenatore, sfociata in un contatto fisico tra i due. “E’ il più grande fallimento della mia carriera sportiva e dico questo dopo aver disputato e perso una finale di Champions League con l’Atletico Madrid (nel 2014 contro il Real, ndr). Quel che dovevo dire nello spogliatoio, l’ho detto” sono state le parole pronunciate da Courtois alla stampa al termine della gara. E dopo la resa dei conti…

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati