Sport

Rossi-Marquez, la tregua è già finita

La pace del Montmelò è già alle spalle...

Dopo due weekend di sosta ad Assen torna la MotoGp. Valentino Rossi, dopo la vittoria del Montmelò condita dalla storica stretta di mano a Marc Marquez, è pronto di nuovo a battagliare con lo spagnolo della Honda e il compagno della Yamaha Jorge Lorenzo, come spiegato nella tradizionale conferenza del giovedì.

"Sono felice perchè da quando siamo tornati in Europa sono sempre andato forte. Purtroppo al Mugello ho perso punti importanti ma ero veloce. Assen è uno dei miei circuiti preferiti e l'anno scorso è stato il mio miglior weekend. Il meteo qui può cambiare tre o quattro volte in una giornata e in prova bisogna essere pronti a tutto. La battaglia tra noi tre resta serrata e ogni dettaglio può fare la differenza domenica".

Sulle modifiche al circuito: "Nell'ultima chicane c'è più asfalto, credo che sia meglio per la sicurezza. Ci sono state tante battaglie, non solo quella tra me e Marquez, sicuramente se ci sarà un ultimo giro molto ravvicinato sarà decisiva e spero di essere davanti. Commissione sicurezza? Venerdì andrò perchè parleremo di quello che è successo a Barcellona, sarà importante esserci".

Gli ha fatto eco proprio Marquez: "Sono contento di essere in testa al campionato dopo sette tappe, ma la lotta è molto serrata e lo sarà fino alla fine. Valentino è molto veloce qui, dobbiamo partire bene e vedere quali saranno le previsioni. Test? Abbiamo provato qualcosa ma mi aspettavo di più. Qui in Olanda ripartirò con la stessa moto che avevo al Montmelò".

Parola anche a Lorenzo: "Ho ricordi contrastanti legati a quella pista. Ho vinto una sola volta in MotoGp, gli altri anni ho avuto un po' di sfortuna. I precedenti però sono il passato e ora guardo al futuro in moto positivo. Non poteva andare peggio a Barcellona, con la pista più breve ero in difficoltà e poi è arrivato l'incidente con Iannone".

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati