Tech

Samsung lancia Otto, un piccolo robot che sfida Amazon Echo

Samsung Otto è un piccolo robot che funge da assistente personale ad alta tecnologia

Fonte: flickr

Il piccolo robot Samsung Otto è un nuovo assistente personale ad alta tecnologia, che compete con Amazon Echo. Costruito dalla multinazionale della Corea del Sud, Otto è stato presentato al mondo durante l’ultima Developer Conference.
L’automa è stato fabbricato avvalendosi di ARTIK, principale piattaforma dell’Internet of Things, ovvero un programma che prevede l’applicazione della rete agli oggetti di tutti i giorni, anche di uso domestico.
Il piccolo robot è molto simile all’Amazon Echo ma presenta dei componenti extra.

Otto è stato creato dalla C-Lab, divisione interna della Samsung Corporation ed è equipaggiato di microfoni e altoparlanti, in modo da poter sentire e rispondere in fretta alle nostre domande, come quelle sulle condizioni meteorologiche. La risposta sarà abbastanza celere e accurata, questa è una funzionalità molto simile a Siri e Alexa. Essendo parte dell’Internet of things è possibile, avvalendosi del piccolo robot, controllare alcuni comfort di casa, come luci, condizionatori e ventilatori. Per questo Otto rappresenta un assistente molto valido per la vita domestica di tutti i giorni.

Samsung Otto è provvisto di un piccolo display frontale ed è abilitato a riprodurre determinate espressioni umane e movimenti, che gli serviranno ad interagire con noi nel migliore dei modi. Il robot è stato programmato per riprodurre sul suo schermo animazioni e effetti speciali, come per esempio la situazione climatica presente fuori la propria abitazione. Le animazioni sono molto accurate e piacevoli da guardare.
Se tutto questo non è abbastanza per intrattenere le persone che interagiscono con il robot , Otto potrà anche mettere in scena balletti e fare tante altre cose molto divertenti, come muovere la testa avanti e indietro, in maniera molto veloce.

Il robot è provvisto anche di una HD-Camera che riconosce le espressioni facciali degli umani e serve anche come dispositivo di monitoraggio. Sul display è possibile anche visualizzare immagini inviate dagli smartphone o da altri dispositivi elettronici abilitati, come PC e tablet.
Per ora il piccolo Samsung Otto è solo un prototipo che serve per presentare al mondo la piattaforma ARTIK, che molto probabilmente fra qualche anno diventerà parte integrante della vita di tutti i giorni, facendo entrare nelle abitazioni l’Internet of Things, l’ultima frontiera dell’uso della rete.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati