Sarahah, come funziona e i rischi dell'app più usata dai giovani

Sarahah è la nuova app che ha conquistato i giovanissimi. Ecco come funziona e quali sono i rischi di questa applicazione

Sarahah è la nuova app che sta spopolando fra i giovani e che presenta non pochi rischi. Sarahah è una parola araba che significa “onestà”, l’applicazione infatti è nata proprio per garantire una comunicazione onesta fra il datore di lavoro e i dipendenti. A idearla, lo scorso anno, è stato Zain al-Abidin Tawfiq, sviluppatore saudita che ha creato un sito web e in seguito la versione app.

L’applicazione in breve tempo è divenuta virale, diffondendosi soprattutto fra i giovani, negli Stati Uniti e in Canada. Qui i ragazzi hanno iniziato a usare Sarahah fuori dai contesti lavorativi, con tutti i rischi che ne possono derivare.

Come funziona Sarahah? L’app è molto minimal ed è disponibile sia per iOS che per Android. Consente di cercare gli utenti nel proprio elenco e di inviare loro dei messaggi anonimi. Chi riceve il messaggio, solitamente molto breve, non può scoprire l’identità della persona e non può replicare in nessun modo. Il pericolo dietro a questa applicazione, utilizzata soprattutto dai giovanissimi, è, come si intuisce facilmente, il cyberbullismo. Quando si sceglie il destinatario solitamente l’app suggerisce di scrivere un “messaggio costruttivo”, ma non è mai così. A rendere frustrante il tutto è anche il fatto che non è possibile replicare, l’unico filtro esistente è la facoltà di bloccare alcuni utenti indesiderati.

Nonostante i rischi però l’app ha ottenuto un enorme successo. Per il Financial Times, è l’applicazione più scaricata in ben 25 paesi, con oltre 15 milioni di utenti registrati e ben 5 milioni di download.

L’app Sarahah può essere utilizzata in contemporanea con Snapchat, ciò significa che quando si crea un nuovo Snap, si può inserire il link al proprio profilo Sarahah per ricevere feedback anonimi dai follower. L’applicazione viene spesso scelta anche dagli utenti di Instagram, che dopo direct, video o foto, possono richiedere messaggi anonimi.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti