Sport

Scheda di Rafael Benitez: il Re di Coppe

Rafael Benitez è uno degli allenatori più ricercati, pagati e vincenti d'Europa. Scopriamo qualcosa in più sulla sua carriera professionale

Fonte: youtube

Rafael Benítez nasce a Madrid, il 16 aprile 1960. E’ stato un discreto calciatore, di ruolo difensore/centrocampista, militando sempre nelle serie minori spagnole. Benítez, dal punto di vista tecnico, preferisce che le squadre da lui allenate puntino all’aggressivita e al pressing.

Si definisce un professore del pallone. Vediamo nel dettaglio la sua carriera da allenatore. Inizia nel 1986, prima allenando le giovanili del Real Madrid, per poi passare al Real Madrid B.

La prima esperienza vera risale al 1995, quando viene prima ingaggiato dal Valladolid e poi dall’Osasuna, ma entrambe le esperienze portano all’esonero. Nel 1997 viene ingaggiato dall’Extremadura ed è qui che si iniziano a vedere i primi sprazi del Benitez che conosciamo tutt’oggi. Guida la squadra alla promozione in massima serie, anche se l’anno seguente retrocede. A questo punto lascia la squadra e si prende un anno sabbatico, in cui studia e lavora come commentatore per importanti canali tv e testate giornalistiche come Eurosport, Marca, El Mundo Deportivo.

Nel 2000 viene ingaggiato dal Tenerife, con cui conquista una nuova promozione in Liga. L’anno seguente passa al Valencia. In tre anni vincerà 2 Campionati spagnoli (dopo 31 anni di attesa per il Valencia) e 1 Coppa Uefa. Tali risultati mettono Benitez tra gli allenatori più ricercati dai grandi club europei e nel 2004 è il Liverpool ad accaparrarselo. Coi Reds nascerà un amore lungo sei anni, arricchito da 1 Champions League, 1 Coppa d’Inghilterra, 1 Community Shield e 1 Supercoppa Uefa. Nel 2010 si separa consensualmente dal Liverpool e si va a sedere sulla panchina dell’Inter, fresca vincitrice della Champions League. Il tecnico spagnolo porta i nerazzurri alla concquista della Supercoppa italiana e della Coppa del mondo per club. I risultati in campionato non sono però per niente soddisfacenti e, dopo solo 5 giorni dalla vittoria mondiale, il tecnico rescinde il contratto con l’Inter.

Benitez rimarrà fermo per circa due anni, fino al novembre 2012, prima di cominciare una nuova avventura come allenatore del Chelsea, con cui vincerà una Europa League, ma a causa di rapporti non proprio idilliaci con tifoseria e società, a fine stagione lascia i Blues per accasarsi al Napoli. L’avventura partenopea durerà 2 anni, vincendo 1 Coppa Italia e 1 Supercoppa italiana. Il rapporto con i partenopei sembra dover durare a lungo ma al termine del contratto, a giugno 2015, Benitez decide di non rinnovare, anche a causa della corte ricevuta dal Real Madrid. Purtroppo però, l’esperìenza madridista non sarà per niente piacevole, infatti viene esonerato dopo neanche sette mesi.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati