Sport

Schumacher, un silenzio che fa male

Sabine Kehm, manager di Michael Schumacher, è tornata a parlare della situazione che riguarda il sette volte campione di Formula 1.

Sabine Kehm, manager di Michael Schumacher, nel corso di un’intervista è tornata a parlare delle condizioni del sette volte campione del mondo di Formula 1.
La Kehm ha iniziato ricordando la già nota decisione della famiglia di Michael di non divulgare informazioni sulla salute del pilota: “Sapete bene che non posso parlare delle sue condizioni fisiche, dovete rispettare le volontà dei suoi familiari che vogliono mantenere riservate le informazioni sulle sue condizioni di salute, bisogna agire così per tutelarlo”.

La manager ha continuato poi parlando del costante impegno con il quale lei e la famiglia del pilota accompagnano Schumi in questa drammatica situazione, sicuri che il suo mito non possa scomparire: “Vogliamo continuare a portare avanti i suoi impegni comunque, sono certa che se Michel avesse potuto sarebbe qui oggi e si sarebbe divertito molto, sia io che la sua famiglia siamo certi che il suo mito non scomparirà“.
“Al momento però dobbiamo mantenere il riserbo, la situazione è così complicata del resto che non è opportuno rilasciare dichiarazioni. Credo che tutti possiate capire quanto sia delicata la situazione”, ha poi concluso la Kehm.

Sono passati quasi tre anni dal terribile incidente che ha cambiato la vita di Michael Schumacher. Era infatti il 29 dicembre 2013 quando, il pilota di Formula 1 più vincente di tutti i tempi, è caduto sulle nevi di Meribel. Le condizioni di salute del campione, come già detto, non sono note, quindi è difficile dire se Schumi potrà tornare a condurre una vita normale, è certo però che durante tutto il calvario non è mai stato dimenticato dai milioni di tifosi che ha in tutto il mondo.
Di recente anche Flavio Briatore e Luca Cordero di Montezemolo sono tornati a parlare del pilota tedesco: “Sono contento di sapere che sta reagendo. So quanto è forte Schumacher e sono sicuro che grazie alla sua determinazione, che sarà fondamentale, potrà venir fuori da questa difficilissima situazione. Lo spero davvero”, le parole dell’ex presidente della Ferrari.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati