Imperdibili

Scienziati scoprono un mondo perduto abitato da animali sconosciuti

Alcuni scienziati hanno scoperto un mondo perduto, situato nelle Filippine, con oltre cento specie di animali sconosciuti mai visti prima

Fonte: qnm

Un mondo perduto con una serie infinita di animali sconosciuti: questa è stata la scoperta degli scienziati della California Academy of Science che hanno condotto alcuni studi di ricerca sull’istmo filippino rivelando così un mondo inesplorato che ospita un elevato numero di animali dalla specie ignota. La scorsa primavera, la Terra ci ha offerto un’altra delle sue meraviglie. Il mondo perduto in questione è Luzon, l’isola più grande delle Filippine con una superficie di 109.965 km². Gli scienziati vi si sono addentrati per una quindicina d’anni, dando vita a una delle scoperte più incredibili dell’ultimo decennio.

L’isola accoglie, non solo sulla terraferma ma anche su mare, oltre cento specie di animali sconosciuti dalle caratteristiche bizzarre, mai visti prima. Difatti, il team di ricerca californiano si è avventurato nella cosiddetta Twilight Zone, la zona mesofotica che, con oltre 40 metri di profondità, risulta essere la più buia in assoluto. Le Filippine possiedono una biodiversità marina ancora da scoprire ma, le conquiste fatte finora rivelano la presenza di un’altissima percentuale di specie rare tra cui testuggini, coralli e lumache di mare. Le specie presenti sulla terraferma, invece, appartengono ad una vasta collezione di mammiferi esclusiva.

Tra questi, si possono annoverare i piccoli roditori dai baffi così lunghi capaci di toccare le loro minuscole caviglie, e altri simili al toporagno che si cibano prevalentemente di vermi. Esiste, inoltre, una specie di pipistrello che pesa circa due sterline e mezzo.
Una parte di questi animali sconosciuti è stata ampiamente descritta in riviste scientifiche, l’altra è ancora in attesa di essere classificata. A causa di un mancato contatto con le altre porzioni di terraferma, le specie di animali sono in grado di seguire il loro differente cammino evolutivo.

Inoltre, la presenza del territorio montuoso permette loro di adattarsi facilmente. Difatti, in alcune montagne isolate sono presenti rari esemplari di mammiferi che non si possono assolutamente reperire altrove. È come se, sui monti di Luzon, si concentrassero tutte le specie uniche al mondo in grado di vivere solo ed esclusivamente in quell’ambiente protetto dall’impressionante biodiversità. Per questo motivo, gli scienziati pensano che sia un habitat da preservare, al fine di tutelare tutte le specie di animali sconosciuti e il territorio stesso.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati