Scoperta nell'ambra la mosca più antica del mondo

Alcuni studiosi hanno scoperto la mosca più antica del mondo: ha 17 milioni di anni ed è imprigionata in un pezzo d'ambra

Fonte: Twitter

Gli studiosi hanno scoperto la mosca più antica del mondo. Ha 17 milioni di anni ed è l’antenato di questo insetto. Il ritrovamento è avvenuto grazie ad un pezzo di ambra in cui la mosca preistorica è stata conservata alla perfezione.

La gemma di resina fossile è grande qualche centimetro e richiama in modo impressionante la famosa zanzara preistorica che ha dato inizio all’incredibile saga cinematografica di Jurassic Park.

L’insetto è stato rinvenuto da un gruppo di ricercatori, guidati da Pierfilippo Cerretti del Dipartimento di Biologia e Biotecnologie Charles Darwin della Sapienza. La scoperta è stata poi raccontata e illustrata in un articolo pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica “Plos One”.

La mosca fa parte del gruppo dei Ditteri Calittrati, proprio come le mosche domestiche, le tse-tse e le mosche della carne. Questi insetti si trovano in tutti gli ecosistemi terrestri, dove hanno spesso il ruolo fondamentale di parassiti, impollinatori, decompositori e vettori di patogeni.

“Per noi è difficile concepire oggi un mondo senza le noiose mosche – ha spiegato il professor Cerretti raccontando la scoperta- chi prenderebbe il loro prezioso posto di efficaci decompositori della materia organica? Per gli Oestroidei, il gruppo ecologicamente più diversificato e ricco di specie tra i Calittrati non erano noti fossili fino ad oggi”.

La mosca imprigionata nell’ambra è stata studiata tramite tomografia assiale computerizzata. “L’esame ha fornito dettagli anatomici cruciali per la corretta identificazione dell’esemplare a livello di specie – ha svelato Pierfilippo Cerretti -. Il fossile è stato quindi usato per calibrare la filogenesi dei Ditteri calittrati ottenuta su dati molecolari, rivelando che questi insetti si sono differenziati circa 70 milioni di anni fa – ha concluso l’esperto -, poco prima della grande estinzione di massa tra Cretaceo e Cenozoico e che l’origine degli Oestroidei, ovvero, i grandi mosconi spazzini, ebbe inizio più tardi nell’Eocene, circa 50 milioni da anni fa”.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti