1, 0, 1, 0, 1, 0, 0 trend

Scoperta roccia di 5mila anni fa in cui è disegnata una supernova

In India è stata scoperta una roccia di 5 mila anni fa in cui è stata incisa una supernova avvistata dai nostri antenati

Fonte: Twitter

Una roccia di 5mila anni fa in cui sono state disegnate le stelle o, per meglio dire, una supernova. Arriva dal passato una mappa celeste davvero interessante che svela ancora una volta la volontà dell’uomo di scoprire cosa ci sia al di là del cielo. Sin dall’antichità infatti abbiamo ammirato ciò che c’era sopra di noi e abbiamo studiato gli astri.

Già 5mila anni fa i nostri antenati disegnavano le stelle. Nella roccia, ritrovata nella regione del Kashmir, in India, sono incisi due dischi luminosi. Il primo, secondo gli esperti, è il Sole, mentre l’altro sarebbe una Supernova. PerMayank Vahia, astrofisico della Tata Institute of Fundamental Research, la roccia custodisce la più antica pittura rupestre di stelle della storia. Sulla roccia si vedono uomini e animali, ma soprattutto degli oggetti luminosi nel cielo.

Dopo aver datato la pietra, Vahia ha tentato di capire cosa avessero rappresentato gli uomini che l’avevano incisa. Secondo gli esperti un cerchio luminoso sarebbe il Sole, l’altro non può essere la Luna, perché quando è piena non compare accanto ad esso. Per Vahia si tratta dunque di una supernova, che sarebbe esplosa ad una distanza ravvicinata dalla Terra.

Quando esplode rilascia una carica di energia enorme che si propaga per centinaia di migliaia di anni nello spazio. Gli astronomi sono riusciti a trovare le tracce di questa supernova, calcolandone la potenza e trovandola addirittura nei loro database. Si tratta della HB9 e sarebbe esplosa quasi 5 mila anni fa, confermando la datazione della pittura.

In passato i nostri antenati videro un enorme corpo celeste grande come una Luna piena, solo meno brillante e ad una distanza di 2600 anni luce. Ciò che ha colpito maggiormente gli esperti sono le figure animali e umane che si trovano sulla roccia. La scena rappresentata non è quella di una caccia, ma di una costellazione. Troviamo quindi un uomo con un arco e le frecce che rappresenta Orione, un animale cornuto, che sarebbe il Toro, un uomo con la lancia che sarebbe la costellazione dei Pesci e un cane che rappresenta Andromeda. Sovrapponendo l’immagine su una mappa stellare alla fine tutto coincide. L’astrofisico indiano in seguito ha studiato altre rocce dello stesso periodo, senza trovare nulla che assomigliasse alla mappa stellare.

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti