3, 2, 7, 5, 5, 5, 1 trend

Scoperto un pianeta con temperature simili alla Terra

Gli scienziati hanno scoperto un pianeta, a 11 anni luce da noi, che possiede caratteristiche molto simili alla Terra

Gli scienziati hanno scoperto un pianeta con temperature simili alle nostre. Da tempo gli studiosi sono alla ricerca di un luogo che sia uguale alla Terra e per trovarlo si sono spinti oltre 11 anni luce da noi. La scoperta è stata annunciata dall’European southern observatory, che ha illustrato le caratteristiche di Ross 128 b, un pianeta che ha le dimensioni della Terra e orbita, proprio come noi, intorno ad una piccola stella. Secondo le prime analisi svolte dagli scienziati, l’esopianeta dovrebbe essere temperato, con valori fra i -60 e i 20 gradi centigradi. Ciò significa che ci sono buone possibilità che ci sia acqua ed eventuali forme di vita.

La scoperta del team internazionale di astronomi è stata realizzata grazie allo strumento Harps dell’Eso, che è stato montato su un telescopio da 3,6 metri posizionato nel deserto di Atacama, in Cile. Ross 128 b ruota intorno ad una nana rossa e impiega dieci giorni per realizzare una rivoluzione. Dopo Proxima b è il secondo pianeta più vicino alla Terra.

A rendere eccezionale la scoperta sono soprattutto le caratteristiche della stella. Ross 128 è molto più fredda del Sole ed è situata vicino alla costellazione della Vergine. Nonostante ciò non si può avvistare ad occhio nudo perché la sua luce è piuttosto flebile. Le nane rosse sono stelle molto comuni nell’Universo e possiedono un’aspettativa di vita lunghissima, per questo è possibile che attorno ad una di esse ci sia un pianeta con forme di vita aliena. Poiché sono fredde però il pianeta dovrebbe essere particolarmente vicino per ricevere il calore necessario per mantenere l’acqua sulla superficie in una forma liquida.

Qualche tempo fa gli astronomi avevano scoperto poco distante da noi un’altra nana rossa. Stiamo parlando di Proxima Centauri, che ha un pianeta simile al nostro, ma che non avrebbe più un’atmosfera a causa del bombardamento dei raggi UV e X, letali per la vita. Ross 128 è invece molto più mansueta e ciò rende ipotizzabile una situazione uguale a quella della Terra.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti