'Se arrivi in ritardo a scuola vai a zappare'. La punizione green

Il preside di un istituto di Nuoro ha pensato di punire in modo originale chi arriva in ritardo a scuola

Fonte: Thinkstockphotos

Il preside di un istituto di Nuoro (Liceo artistico e tecnico-tecnologico) ha pensato di punire in modo originale chi arriva in ritardo a scuola. Gli studenti “ritardatari” saranno costretti ad andare a zappare la terra. Tutto questo fa parte di un progetto dal titolo “Un milione di alberi”. Con l’aiuto delle autorità locali, saranno piantati quasi 900 tra lecci, arbusti, ginepri e piante aromatiche. In tutto saranno quasi 9mila metri quadri di verde. Lo scrive Skuola.net.

“Voglio lasciare una scuola migliore e più bella di come l’ho trovata – spiega il dirigente scolastico -. C’era solo un modo per renderla più verde e ricca di alberi. E allo stesso tempo ho pensato bene di responsabilizzare gli studenti nella cura del verde e degli spazi comuni dell’istituto. Così abbiamo deciso che le sanzioni per chi entra in ritardo saranno convertite in lavoro sul ‘campo’, ma sul campo davvero”.

“Sarà una sorta di palestra di sanzioni alternative – sottolinea anche il vicepreside, coordinatore del progetto –. Vogliamo sviluppare in questo modo il senso di appartenenza alla scuola ma anche qualificare gli spazi e far capire che la scuola appartiene agli studenti”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti