Imperdibili

Sebastian Vettel, straordinario pilota di Formula Uno

Il pilota tedesco, dopo aver vinto per 4 volte consecutive il campionato mondiale con la Red Bull, ora cerca di conquistare il titolo iridato alla guida della Ferrari

Fonte: flickr

Il 3 luglio del 1987 nasceva ad Heppenheim, in Germania, uno dei più grandi piloti della storia moderna della Formula Uno: Sebastian Vettel. Nel corso della sua carriera il pilota della Ferrari ha dimostrato un talento straordinario mettendo in bacheca 4 titoli mondiali e facendo segnare ogni tipo di record di precocità nella storia della Formula Uno. Ora il pilota tedesco ha un altro grande obiettivo: riportare il titolo iridato a Maranello per andare a caccia del record assoluto di 7 titoli mondiali che appartiene a Michael Schumacher.

All’età di 8 anni Vettel inizia a gareggiare con i kart facendo vedere subito di essere un pilota molto veloce. Il passaggio alle monoposto scoperte è una conseguenza naturale del suo percorso di crescita e nel 2003, grazie a 18 vittorie su 20 corse, conquista il primo titolo nazionale: il campionato tedesco di Formula BMW. Nel 2005 partecipa al campionato Formula 3 Euro Series, risultando il miglior esordiente della sua categoria. Nel 2006 il nativo di Heppenheim entra a far parte della scuderia Sauber BMW facendo il suo esordio in Formula Uno in qualità di collaudatore. Vettel si dimostra ancora una volta velocissimo ed attira su di se le attenzioni di tutto il Circus e di Michael Schumacher in particolare che lo vede subito come il suo erede naturale.

Vettel inizia la stagione 2007 come collaudatore della Sauber BMW, ma a partire dal Gran Premio d’Ungheria viene ingaggiato dalla Toro Rosso per sostituire Scott Speed. Visti gli ottimi risultati la scuderia di Faenza lo conferma anche per la stagione seguente. Nel Gran Premio d’Italia del 2008 arriva la prima vittoria iridata di Sebastian Vettel. In un weekend caratterizzato dalla pioggia battente il pilota tedesco conquista la pole position e vince la gara divenendo il più giovane vincitore in un GP di Formula Uno.

Nel 2009 arriva il passaggio in un top team, la Red Bull, che aveva battuto tutti sul tempo facendogli firmare un contratto nell’estate del 2008. Vettel si fa trovare subito pronto e chiude la stagione con 4 vittorie ed il titolo di vicecampione del mondo alle spalle di Button. L’anno successivo inizia il dominio del pilota tedesco che nell’ultima gara della stagione si gioca il titolo iridato con il compagno di squadra Webber e con Alonso. Grazie alla vittoria nell’ultimo GP della stagione ad Abu Dhabi Vettel diventa il più giovane campione del mondo della storia. Sempre alla guida della Red Bull il pilota tedesco conquista il titolo iridato anche nei 3 anni successivi entrando di fatto nella storia di questo sport .

Il 2014 è l’anno più difficile della carriera di Vettel. La Red Bull è poco competitiva e lui soffre la concorrenza dell’emergente Daniel Ricciardo. Dopo un anno senza successi arriva il divorzio dalla scuderia austriaca ed il passaggio alla Ferrari a partire dalla stagione 2015. Il primo anno a Maranello è molto positivo e si conclude con 3 vittorie ed il 3° posto finale nella classifica iridata. Ora Vettel è pronto per scrivere un’altra pagina della storia della Formula Uno.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati