Il serpente con le emoji sulla pelle

Un allevatore è riuscito a creare il primo serpente con le emoji

Fonte: Twitter

L’ultima stravaganza in fatto di animali? Il serpente con le emoji sulla pelle. A svelarlo “Business Insider” che ha intervistato Justin Kobylka, allevatore di serpenti che è riuscito a realizzare un pitone davvero particolare. Si tratta di un esemplare che sulla pelle presenta della macchie a forma di emoji. Com’è possibile? L’uomo è riuscito a realizzare il pitone in questione dopo averlo fatto incrociare con diversi altri esemplari, sfruttando le mutazioni recessive.

In questo modo Justin Kobylka è riuscito in dieci anni di incroci a realizzare un pitone bianco con emoji gialle sulla pelle. Anche se la mutazione è presente in natura, è altamente probabile che possa presentarsi spontaneamente. Proprio per questo il serpente è particolarmente raro ed è stato messo in vendita a 3.700 dollari.

Per ora ne esiste solamente un esemplare e Kobylka ha ricevuto già diverse offerte da numerosi acquirenti, anche se ha fatto sapere che, vista la rarità del pitone, potrebbe decidere di tenerlo per se.

Non sorprende il fatto che nel mondo qualcuno abbia avuto l’idea (insana) di realizzare un serpente con le emoji. Queste faccine sorridenti, tristi o pensierose sono entrate ormai a far parte della nostra vita quotidiana e negli anni sono divenute un modo per esprimerci e comunicare con gli altri.

Sono state create alla fine del 1990 dalla NTT DoCoMo, una società di comunicazione giapponese. Il loro nome viene dall’unione di “e” + “moji”, che in italiano si traduce con il termine pittogramma. Non a caso le emoji sono immagini che vengono trattate dai computer come le lettere di una lingua non occidentale, considerati dei segni grafici.

Ad oggi ne esistono centinaia, per esprimere emozioni, stati d’animo, ma anche azioni e addirittura intere frasi. Le utilizziamo un po’ ovunque e hanno invaso il nostro quotidiano finendo anche sulle magliette, sui pigiamo, sulle coperte, sotto forma di peluches e, per ultimo, anche su un pitone!

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti