Lifestyle

Smorfia e numeri: tutti i significati dei 90 numeri d'oro

Tutti gli amanti del lotto conoscono a memoria la Smorfia e i suoi numeri perché la loro esatta interpretazione potrebbe valere una miniera d'oro

Fonte: Flickr

La Smorfia e i numeri in essa contenuti hanno una tradizione antichissima che si rifà alla Cabala ebraica e per molti questo testo rappresenta la chiave per diventare milionari. Ecco allora spiegati tutti i numeri e i loro significati.

Il numero 1 rappresenta l’Italia ma più generalmente “la patria”; il 2 è associato alla “bambina” ma anche al bambino; il 3 è il numero della “gatta” ma se avete sognato un animale strano potete comunque giocarlo a patto che non si tratti di un “maiale” perché il suo numero è il 4; il 5 appartiene alla “mano” ma il 6 è l’organo sessuale femminile (che nella Smorfia Napoletana diventa “Chella ca guarda ‘nterra”). Se avete rotto un vasetto provate a giocare il numero 7 ma, se avete visto in sogno “la Madonna”, dovete tenervi stretto il numero 8.

Il 9 è, invece, il simbolo della figliolanza, il 10 dei “fagioli” e il numero 11 quello dei “topolini”. Nella Smorfia, il 12 è il soldato, il 13 è dedicato a Sant’Antonio da Padova, il 14 all’ubriaco e il numero 15 al ragazzo o comunque a una figura maschile. Chissà perché il 16 è uno dei numeri più giocati? Forse perché il suo significato è “culo”, inteso sia come parte del corpo che come colpo di fortuna! Tutt’altra storia per il 17 che, ovviamente, rappresenta “la disgrazia” e, a seguire, il 18 è associato al “sangue”. Ben più allegro il numero 19 (“la risata”) e ancora meglio il 20 (“la festa”). Se poi avete visto una “donna nuda”, giocatevi il numero 21 e il 22 se vi è capitato di avere a che fare con un “pazzo”: state attenti, però, che non sia “scemo” perché altrimenti dovreste giocarvi il 23! Il 24 è il numero delle “guardie” ma anche quello della Vigilia; il 25 è “il Natale”; il 26 corrisponde alla “festa di Sant’Anna”; il 27 al “vaso da notte” mentre il 28 è il “seno femminile”. 29 e 30 hanno più o meno lo stesso significato e rappresentano l’organo sessuale maschile (in napoletano “‘O pate d’ ‘e criature”) e i testicoli.

Il 31 è associato al “padrone di casa”, il 32 al “capitone” e il 33 agli anni di Cristo. Il numero 34 è “la testa” e il 35 “l’uccellino”, il 36 rappresenta “le nacchere” mentre il 37 è “il monaco”. Con il 38 arrivano “le botte” ma si peggiora con il 39 (“il cappio al collo”); la noia è il numero 40, il 41 è il coltello e il 42 è il caffè. Giocate il 43 se avete una vicina impicciona e sguaiata, se poi la querelate e finisce in “galera”, passate al 44. Il 45 è il vino buono mentre il 46 non è il numero di Valentino Rossi ma rappresenta il “denaro”. Il 47 è il “morto” ma se parla diventa 48, il 49 rappresenta la carne, il 50 è il pane e il 51 è il giardino. La mamma porta il numero 52 , il vecchietto è il 53 e se ha il “cappello” è il 54. Il 55 significa “musica”, il 56 “la caduta” e il 57 è il famosissimo “gobbo”. Se vi hanno regalato un epilatore elettrico che vi ha provocato un pò di fastidio, allora giocatevi il 58 (“il regalo”), il 59 (“i peli”) e il 60 (“il lamento”)! Il 61, invece, rappresenta il cacciatore; il 62 è il morto ammazzato (da non confondere col 47); il 63 è “la sposa” ma il 64 è il “frac”.

Nella Smorfia Napoletana, il numero 65 è “il pianto”; il 66 “le due zitelle” mentre il 67, che in napoletano è “O totaro dint’ ‘a chitarra”, fa riferimento all’atto sessuale. Se avete mangiato una zuppa, il vostro numero è il 68; il 69 è il “sottosopra” (a buon intenditor…), mentre il 70 è “il palazzo”. “L’omm ‘e mmerd”o più elegantemente “la persona malvagia” rappresenta il 71; il 72 è “lo stupore”; il 73 è il numero dell’ospedale (da non confondere con il 118) mentre il 74 è “la grotta”. Pulcinella va a braccetto col numero 75 e la fontana con il 76 ma il 77 rappresenta sia “i diavoli” che “le gambe delle donne”. Il 78 è la prostituta e il 79 rappresenta il ladro; l’80, invece, è la bocca e l’81 i fiori; il numero 82 è associato alla “tavola imbandita”, l’83 al “maltempo”, l’84 alla “chiesa” e l’85 alle “anime del Purgatorio”.
Il numero 86 è quello della bottega, l’87 dei pidocchi e l’88 dei caciocavalli. Se,invece, avete incontrato una vecchia che vi ha fatto paura, tentate la sorte con l’89 e il 90!

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati