Sport

Solo un prete assolve Higuain: "E' un poveraccio"

Sta facendo il giro del web l'omelia di un prete che durante un matrimonio ha parlato del trasferimento del bomber argentino dal Napoli alla Juventus. Guarda il video

Maglie accartocciate dagli stessi ex compagni, come fatto da Ghoulam nel ritiro del Napoli, campioni di altre squadre come Francesco Totti che insorgono, lamentando le conseguenze estreme del calcio-business e la definitiva estinzione dei giocatori-bandiera, oltre a due tifoserie comprensibilmente sconvolte: quella del Napoli per aver perso un idolo nelle modalità più clamorose e quella della Juventus, che si trovano ad accogliere un ex acerrimo rivale.

Tutto questo ha prodotto il clamoroso trasferimento di Gonzalo Higuain ai campioni d’Italia, la rivale storica del Napoli, ma anche molto di più.

Le reazioni a un’operazione di mercato della quale, a prescindere dall’esito che avrà sulla storia delle due squadre, si parlerà anche tra 50 anni, hanno infatti scavalcato il mondo del calcio, coinvolgendo tifosi e non appartenenti ad altre sfere. Professionali e… vocazionali.

Sintetico è stato il commento di Salvatore Esposito, più noto come “Genny Savastano” di Gomorra. L’attore napoletano, ovviamente tifosissimo della squadra di Sarri, ha commentato con parole tra lo sconfortato e il fatalista l’addio del Pipita alla maglia numero 9 della squadra del presidente De Laurentiis:

“E’ voluto andare via e bisogna farsene una ragione – ha scritto Esposito sulla propria pagina Facebook – Contento lui che va alla Juve…Alla fine quella che resta è solo la maglia”.
Segue però un affondo da tifoso: “I modi con cui ha lasciato non mi sono piaciuti. Un po’ da pover’uomo”.

Difficile immaginarsi una replica dell’interessato, così come alla più inattesa delle considerazioni, quella di don Giuseppe Milo. Il parroco di Agerola, piccolo centro in provincia di Napoli, non è riuscito a non dire la propria sul fatto del giorno, affrontando il tema già domenica scorsa durante l’omelia della messa.

Le sue non sono state certo parole di conforto per i tifosi-parrocchiani delusi e suonano ben differenti da quelle con cui il Vaticano aveva criticato il giocatore sulle frequenze di “Radio Vaticana”: “I napoletani sono affranti perché la Juventus si è presa Higuain, ma io sfiderei chiunque di voi, per quei soldi, a non andarsene in un’altra squadra. Fatemi il piacere… È l’interesse a muovere le redini del mondo, ma chi volete prendere in giro? Quel poveraccio ha avuto una grande proposta e l’ha presa: è la mentalità umana questa. Dio, invece, non ragiona così”.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati