Svelato il mistero del palazzo di ghiaccio a Milano

A Milano i cittadini sono rimasti a bocca aperta scoprendo un palazzo coperto completamente di ghiaccio. Ecco cosa è successo in realtà

Un palazzo con la facciata coperta di ghiaccio in pieno centro a Milano. Questa è la scena che si sono trovati davanti i cittadini milanesi che questa mattina uscivano dalla metropolitana di Moscova. Un palazzo ghiacciato a causa dei rigori dell’inverno non è certo una novità a Milano, soprattutto con queste temperature. Lo storico edificio di Largo la Foppa che ospita il famoso locale Radetzky, sembra però avere qualcosa di davvero speciale. La facciata del palazzo offre infatti uno spettacolo surreale, con le pareti congelate, ricoperte di stalattiti e stalagmiti, le finestre e i davanzali bianchi per il ghiaccio, mentre intorno gli altri edifici sembrano non essere stati intaccati dal freddo.

Palazzo Ghiacciato

La foto del palazzo storico di Milano, immortalato da molte persone, è stato pubblicato sui social ed è divenuta in breve tempo virale. In tanti ne hanno parlato e discusso, condividendo lo scatto e a Largo la Foppa sono persino intervenuti i vigili del fuoco. Secondo quanto si legge sui social il responsabile di tutto ciò sarebbe un inquilino del palazzo che sarebbe partito ad agosto per un viaggio d’affari lasciando acceso l’impianto di aria condizionata. Una donna avrebbe addirittura affermato di aver avuto difficoltà a uscire dalla propria abitazione a causa del ghiaccio che aveva bloccato la serratura, mentre la maggior parte degli inquilini si sarebbero ritrovati in strada, infreddoliti e preoccupati.

In poche ore però la verità è venuta a galla. Il palazzo ghiacciato a Milano non è altro che una pubblicità contro lo spreco d’energia, realizzato da M&C Saatchi. La campagna ha come scopo quello di evidenziare gli sprechi che spesso compiamo senza nemmeno renderci conto, mostrando come, un condizionatore lasciato acceso per mesi, potrebbe ghiacciare la facciata di un palazzo.

La stessa agenzia pubblicitaria qualche tempo fa aveva realizzato una campagna simile, ricostruendo un sottomarino che emergeva dalle profondità della terra in pieno centro a Milano, tra via dei Mercanti e piazza Cordusio. Anche all’epoca erano intervenuti i vigili del fuoco (in entrambi i casi falsi) e le foto del sottomarino che spaccava la pavimentazione della strada avevano fatto il giro del web.

In collaborazione con Adnkronos

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti