Il telefono di Hitler venduto all'asta per una cifra record

Il telefono della morte di Hitler, ritrovato nel bunker di Berlino, è stato venduto all'asta ad una cifra record

Il telefono della morte di Hitler è stato venduto all’asta in questi giorni per una cifra record. L’apparecchio, soprannominato il “telefono della morte” è stato battuto all’asta e acquistato da un collezionista misterioso per 243mila dollari.

Il telefono si trovava nel bunker di Berlino sotto la Cancelleria in cui Hitler si rifugiò prima dell’arrivo dei Sovietici nella città e dove si tolse la vita insieme ad Eva Braun e ai suoi gerarchi. Il pezzo, più unico che raro, venne utilizzato da Adolf Hitler nella Seconda Guerra Mondiale durante gli ultimi due anni Il telefono usato personalmente da Adolf Hitler negli ultimi 2 anni per impartire ordini, condannando a morte milioni di persone e ordinando attacchi.

Inizialmente si trattava di un normale telefono nero in bachelite della Siemens. Il modello standard della Wermacht, ossia l’esercito tedesco, fu poi dipinto di rosso e sul retro venne inciso in stampatello il nome di Hitler, l’aquila e la svastica simbolo del Terzo Reich.

Il cimelio venne trovato nel maggio del 1945 quando le truppe sovietiche entrarono a Berlino e riuscirono a violare il bunker segreto del Fuhrer. A prenderlo, custodendolo per anni, Sir Ralph Rayner, generale di brigata britannico, uno dei primi militari non russi ad aver avuto accesso alla zona. Il telefono della morte da allora divenne proprietà della famiglia Rayner e venne ereditato dal figlio del militare, che recentemente aveva deciso di venderlo.

Inizialmente la casa d’aste “Alexander Historical Auctions” in Maryland aveva valutato il suo valore fra i 200.000 ed i 300.000 dollari. Alla fine ad aggiudicarselo è stato un collezionista del Nord America. Non è stata però rivelata la sua identità, ne altri dettagli che possano rendere possibile una sua individuazione.

Il telefono della morte, attraverso il quale Hitler decideva le sorti di popoli e paesi durante la Seconda Guerra Mondiale, faceva parte di un lotto di cimeli di guerra molto particolari che sono stati venduti all’asta recentemente. Il telefono però, venduto alla cifra record di 243mila euro, era considerato il più prezioso fra i pezzi.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti