The Matrix ritornerà al cinema, ma i social non lo vogliono

Pronto un remake di Matrix: dopo meno di vent'anni dal primo episodio della trilogia, la pellicola cult sembra avvicinarsi al restyling

Fonte: Wikimedia

Secondo alcune indiscrezioni pubblicate su The Hollywood Reporter, la Warner Bros sarebbe in procinto di realizzare un remake di Matrix. La notizia ha sconvolto gli appassionati di cinema e i fans dell’iconica trilogia che ha segnato il cinema dei primi anni 2000. Il dibattito su Twitter e sugli altri social media è già incandescente.

Oltre al fatto che la pellicola, lungi dall’essere datata, è ancora attuale per il modello di cinematografia di riferimento, gli animi si sono scaldati per le ipotetiche scelte della produzione. Il cast non sarebbe infatti quello desiderato e Keanu Reeves sembra si sia auto-escluso come protagonista. Infine, gli stessi fratelli Wachowski non avrebbero alcun ruolo nella riedizione.

Cast e regia: le scelte controverse della produzione

Iniziamo cautelandoci ancora un momento. Le notizie riportate da The Hollywood Reporter non sono ufficiali e dunque non sappiamo se veramente la Warner voglia già riproporre la pellicola. Tuttavia, secondo le fonti, al film potrebbero lavorare Michael B. Jordan e Zak Penn.

Il primo, già apprezzato in ‘Nato per combattere‘ dovrebbe ricoprire il ruolo del protagonista principale. Neo, protagonista che lanciò di fatto la carriera Reeves. Mentre, allo sceneggiatore Zak Penn toccherebbe l’ardito compito di riadattare un copione eccezionale e capace di segnare la storia del cinema.

La polemica dei Fans

Dunque, sono due i motivi che hanno portato i fans sul piede di guerra: primo, le resistenze ad accogliere il remake di Matrix, un film a cui si sono affezionati e che non è per nulla datato; secondo, l’esclusione dei protagonisti di quel successo, Keanu Reeves e i fratelli Wachowski. I remake lasciano sempre l’amaro in bocca, è una verità. Un dato reale tanto quanto il fatto che fanno quasi sempre cassa. Tuttavia, questa volta sembra si sia esagerato, la pellicola originale è del 1999, ha meno di 20 anni: un po’ presto per la “chirurgia estetica”.

L’esclusione dei Wachowski è d’altro canto un atto di infedeltà e irriconoscenza che solo Claudio Ranieri può comprendere a pieno. Più precisamente, i primi artefici di un successo planetario vengono del tutto esclusi dalla nuova stagione. Reeves, che è uomo di principi, ha annunciato che non prenderà parte alle riprese se sceneggiatori e regista originali non saranno della partita.

 

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti