Imperdibili

The Walking Dead, come affrontare una epidemia di zombi

Dopo il successo di the walking dead ecco come sopravvivere ad un'apocalisse zombi

Fonte: flickr

Sono anni che la serie di zombi: the walking dead chiama a se tutti gli appassionati del genere horror e non solo. La trama base della serie,tratta da un fumetto, è molto semplice: un gruppo di sopravvissuti ad un epidemia zombi crea una squadra per muoversi attraverso le città cercando di sopravvivere agli infetti e alle avversità di un mondo ormai in preda al caos.

Ma non è solo la serie di zombie the walking dead a parlare dell’argomento, sono innumerevoli le opere che trattano dei morti viventi dai film di George A. Romero ai videogiochi come Resident Evil e Left for Dead. Da alcuni anni gli scenziati sostengono che tutte queste opere di fantasia forse non resteranno solo e per sempre tali.

Nella serie the walking dead, l’epidemia zombi esplode improvvisamente, ed è la situazione più probabile in cui ci si potrebbe trovare al giorno d’oggi se avvenisse un simile incidente. Alcuni scenziati da diverso tempo stanno svolgendo studi ed esperimenti con le cellule staminali su volontari deceduti allo scopo di riattivare alcune zone del cervello con lo scopo di studiarne gli effetti anche se al giorno d’oggi non sono stati resi pubblici risultati.

Nonostante si tratti di un tema fantasioso questo dei morti viventi, gli scenziati hanno comunque ricreato delle simulazioni al computer di presunti scenari apocalttici per valutarne i rischi e organizzare contro mosse. Ma i risultati non sono stati molto rassicuranti per gli esseri umani, senza un piano reale di sopravvivenza finiremmo con l’estinguerci nel giro di circa 6 mesi. L’unico modo per sopravvivere sarebbe attaccare costantemente gli zombie e distruggerli.

Anche se si tratta di simulazioni e fantasia, online si possono trovare guide molto dettagliate che spiegano in semplici passaggi come comportarsi e come organizzarsi, un esempio è la guida di Max Brooks . Non è rilevante come il contagio si possa essere diffuso nel mondo, la cosa importante è essere pronti fisicamente e psicologicamente a cio che ci si troverà ad affrontare.

Le prime azioni da compiere sono di reperire il maggior numero di viveri e sopratutto armarsi con qualunque arma si abbia a disposizione. Fatto questo bisogna allontanarsi dalle città e cercare un rifugio sicuro, possibilmente isolato, in cui attendere i soccorsi o il passaggio dell’epidemia.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati