Tour de France 2017: tappe percorso e altimetria

Insolita partenza a Dusseldorf e tradizionale arrivo sui Campi Elisi a Parigi: il Tour de France 2017 promette spettacolo

Fonte: Twitter

Un Tour de France 2017 molto diverso rispetto alle passate edizioni a cui tutti gli appassionati di ciclismo erano abituati. Prevede una partenza in Germania, precisamente a Dusseldorf, mentre l’arrivo è come sempre a Parigi. Questa, sarà la 114° edizione della “Grande Boucle” (altro nome dato al Tour) e prevede 21 tappe per un totale di 3516 chilometri.

Il Tour De France entra nel vivo dalla quinta tappa: La planche des belles filles. Da non perdere la nona tappa (quella con maggiore pendenza), la diciassettesima e la diciottesima. I favoriti del Tour sono Chris Froome e Nairo Quintana. L’Italia spera in almeno un podio per Aru e Nibali.

Tappe percorso

Nella quinta tappa il Tour de France entra nel vivo con La Palanche dae belles filles. Poi, altra tappa da segnalare è la nona con le scalate al Col de la Biche, al Grand Colombier e al Mont du Chat nella regione della Savoia. Fondamentale anche la dodicesima tappa e l’arrivo a Peyragudes in salita. Senza dubbio, le tappe decisive sono quelle sulle Alpi: la diciassettesima tappa ha come protagonista il Col du Galibier e il Col d’Izoard nella diciottesima.

Altimetrie

A differenza di quello che avveniva in passato, per quanto riguarda le salite del Tour de France 2017 l’organizzazione non ha divulgato le altimetrie tappa per tappa, ma solo quella di alcune. Quindi, se volete informarvi sulle altimetrie della corsa ama non le trovate, è perché i dati non è stato forniti e non sono disponibili sul sito della corsa. Ovviamente, non mancano le altimetrie delle tappe di montagna più spettacolari, quelle che decideranno il Tour.

I Favoriti

Su carta, i grandi favoriti per la conquista del Tour de France 2017 sono Chris Froome e Nairo Quintana. Ma secondo gli esperti, questo Tour 2017 sembra proprio essere stato disegnato per Nairo Quintana, imbattibile nelle pendenze più estreme. Aru e Nibali invece, sono le uniche due speranza italiane. Con Aru che dopo l’assenza per infortunio al Giro d’Italia, vuole dimostrare tutto il suo valore al Tour.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti