Imperdibili

Trasporto moto: qual è il metodo migliore per le lunghe distanze?

Dopo la chiusura di molti servizi, trovare una soluzione su misura per il trasporto di moto sembra essere diventata una insormontabile impresa

Ovviamente non stiamo parlando dei casi in cui è necessario il trasporto di una moto per brevi distanze, in quelle situazioni è sufficiente chiedere a chiunque abbia la patente di guidare la moto per il breve tratto. A noi interessa trovare una soluzione per tutti quei casi in cui le distanze diventano notevoli, al punto tale da dover prendere in considerazione addirittura la spedizione.

Ecco perché in questa guida condivideremo alcuni consigli utili per spedire una moto quando deve percorrere lunghe distanze. Se state cercando quindi la soluzione migliore, sia in termini di costi che di affidabilità e velocità del servizio, con questa guida avrete delle linee guida per scegliere la soluzione migliore.

Trasporto in treno. Da quando Trenitalia ha sospeso il servizio di trasporto auto e moto, questa soluzione è diventata impraticabile. Per i nostalgici del servizio esiste la possibilità di trasportare la propria auto attraverso il treno solo in alcuni paesi europei. In particolare i paesi meglio collegati sono Austria, Germania e Francia dalle rispettive compagnie OBB Austrian Federal Railways, DB Bahn e Tgv Europe.

Corrieri espresso. Questa è probabilmente la soluzione più dispendiosa ma, nella maggior parte dei casi, anche la più semplice e veloce. Alcuni corrieri, come per esempio Mail Boxes Etc., Spedingo o TNT con il suo servizio Scooter Express, offrono un servizio dedicato alla spedizione di auto e moto che avviene tramite appositi furgoni e mezzi di trasporto. In genere i corrieri, per questo tipo di servizio, richiedono un’assicurazione obbligatoria che aiuta ad aumentare la sicurezza del trasporto.

Trasporto in nave. Indicata soprattutto per le grandi tratte, la nave è molto utile per chi ad esempio non vuole separarsi dalla propria moto nemmeno in vacanza. Bisogna però sapere che questo servizio per lunghe tratte, è offerto principalmente nei porti italiani principali. In ogni caso è possibile viaggiare insieme alla propria moto, cosi da non dover provvedere ad un ulteriore trasferimento. Insomma, la soluzione della nave sembra essere la migliore per i trasferimenti in vacanza e sulle lunghe distanze.

Il metodo “fai da te”. Ottimo per chi vuole risparmiare il “metodo fai da te” consiste principalmente in 2 alternative: guidare la propria moto per tutto il tragitto e munirsi di un carrello appendice da agganciare ad una semplice auto. Nel caso in cui avete tempo e volete ammirare il paesaggio che un viaggio simile può offrirvi, guidare in prima persona può essere non solo un grande risparmio ma anche un’esperienza entusiasmante. Per chi invece preferisce la comodità ma, comunque non vuole rinunciare al risparmio, un carrello appendice è probabilmente la soluzione migliore in assoluto.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati