A Treviso arriva la Coppa del Mondo di Tiramisù

A Treviso sta per partire la Coppa del Mondo di Tiramisù, con 600 pasticceri che si sfideranno per realizzare il dolce italiano più amato di sempre

La Coppa del mondo di Tiramisù esiste ed è a Treviso. Il 3, 4 e 5 novembre pasticceri provenienti da tutto il mondo si sfideranno per decretare il re di questo dolce tutto italiano.

Ad essere premiata sarà sia la tradizione che la creatività. I pasticceri infatti dovranno realizzare il tiramisù seguendo la ricetta originale e utilizzando gli ingredienti classici, ossia le uova, il mascarpone, i savoiardi, lo zucchero il caffè e il cacao. Potranno dare sfogo anche alla loro fantasia, realizzando il dessert con la sostituzione dei savoiardi e 3 aggiunte personalizzate.

I nomi della giuria non sono ancora stati svelati, l’unica certezza è che la finalissima si terrà nella Loggia dei Cavalieri di Treviso. Per ora i concorrenti sono pronti a darsi battaglia, fra fruste e ciotole. Nelle prossime settimane sono attesi 600 partecipanti provenienti da tutto il mondo: dall’Europa, all’Australia, passando per gli Stati Uniti e il Giappone.

Chi vincerà la sfida? Difficile saperlo, anche se in tanti puntano sui pasticceri italiani, preferibilmente di Treviso, la città che ha dato i natali a questo piatto delizioso. Erano gli anni Settanta quando Speranza Garatti, che gestiva il ristorante “Il Camin di Treviso” insieme al marito Ottorino, creò questo dessert che univa il sapore del caffè, la dolcezza della crema e il gusto unico dei savoiardi.

Si trattava di una coppa imperiale a cui Aldo Campeol, amico della coppia e ristoratore, diede il nome di “Tiramesù”. Un mito che da sempre è gustato, amato e imitato in tutto il mondo. Da New York a Sydney, passando per Tokyo, Londra e Mosca: tutti vanno pazzi per il tiramisù e questo dolce al cucchiaio viene servito in tantissime versioni differenti.

Negli anni diversi chef famosi si sono confrontati con questo dessert, offrendo versioni differenti, da quello super classico a quello destrutturato, sino a quello vegan o senza glutine.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti