2, 1, 0, 0, 1, 1, 0 trend

Trovate tracce di vita extraterrestre sul pianeta nano Cerere

Sul pianeta Cerere sono state individuate per la prima volta tracce di vita extraterrestre

Fonte: Twitter

Buone notizie per gli amanti del mistero e coloro che sono sempre a caccia di extraterrestri: sul pianeta nano Cerere infatti sono state trovate tracce di vita aliena. Cerere è uno fra i più grandi “planetoidi” del Sistema Solare e da tempo è finito sotto la lente d’osservazione degli studiosi.

Gli studi effettuati sulla sua superficie hanno permesso per la prima volta di individuare l’esistenza di materiale organico extraterrestre. Si tratta di composti alifatici, in particolare il metano o l’acetilene, che secondo gli esperti mostrano l’esistenza di una forma di vita, anche se elementare. La scoperta è stata fatta da un team di studiosi italiani, guidati da Maria Cristina De Sanctis dell’Inaf (Istituto nazionale di astrofisica). Il gruppo ha analizzato le rilevazioni realizzate attraverso lo spettrometro italiano VIR, fornito dall’Asi (Agenzia Spaziale Italiana), situato nella missione spaziale Dawn della Nasa. Le osservazioni sono state compiute in seguito ad una serie di passaggi della sonda Dawn sulla superficie del pianeta nano tra i 4.300 e 385 chilometri d’altezza.

“La scoperta è particolarmente interessante – ha spiegato Maria Cristina De Sanctis – perché è la prima volta che si vede un oggetto extraterrestre un segno così chiaro di presenza di organici”. La scoperta è stata illustrata e spiegata nell’ultimo numero di “Science”. Le tracce di vita extraterrestre sono state individuate in una zona di Cerere ampia mille Km quadrati. I residui organici si trovava in particolare nell’area del cratere Ernutet e nella zona circostante. “Cerere è un oggetto particolarmente ricco di materiale interessante – ha spiegato la studiosa – la superficie è coperta da filosilicati, argille sostanzialmente, abbiamo presenza di ghiaccio in abbondanza, abbiamo la più larga distribuzione di carbonati al di fuori della Terra, quindi abbiamo tutta una serie di materiali particolarmente interessanti per lo sviluppo della vita”.

Per ora i ricercatori non si sbilanciano e stanno ancora studiando quanto scoperto. La domanda principale riguarda il modo in cui le forme di vita sono arrivate su Cerere. Il materiale organico potrebbe essersi originato grazie all’impatto con un altro pianeta oppure, come per la terra, le molecole organiche si sarebbero formate direttamente sul suono del corpo celeste.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook

vedi tutti