Viaggi

Tutte le attrazioni, le spiagge e la movida dell'isola di Maiorca

Consigli utili per visitare le spiagge e le attrattive naturali della bellissima isola di Maiorca in una settimana: organizza la tua vacanza da sogno

Fonte: pixabay

L’isola di Maiorca apre le porte al turismo di massa nel 1950 e da allora ogni estate è boom. La più grande delle isole Baleari, paradiso dal clima tipicamente mediterraneo, offre temperature superiori ai 30 gradi in estate, ma grazie alla brezza marina costante, queste sono mitigate e Maiorca diviene la meta perfetta per mare, relax e divertimento.

Non solo mare, certo, dal momento che una delle sue attrattive è la riserva naturale di S’Albufereta, dalle enormi specie e biodiversità in essa presenti. Parliamo di quasi 200 specie diverse di uccelli, che la rendono ottima meta per il bird watching. Esiste anche una fascia litoranea sabbiosa in cui si trova il bosco di tamarindi più bello delle isole Baleari!

Le attrattive naturali

Cosa dire del Parco nazionale marittimo-terrestre dell’arcipelago di Cabrera? In pochi lo conoscono, ma si trova circa a 10 km a sud del Capo Salines. Si tratta di un arcipelago formato da 19 isolotti, conosciuto sin dai tempi dei romani. Il suo delicato ecosistema ospita un numero elevato di specie di fauna e flora e anch’esso è casa degli uccelli migratori che svernano dall’Europa continentale.

Attrattiva naturale di grande portata è anche il Parco Naturale di Sa Dragonera, Pantaleu, Mitjana ed Els Calafats: si tratta di un complesso di isole che conserva condizioni ambientali autentiche, vegetazione litoranea, boscaglie di ulivo selvatico e sottoboschi di rosmarino profumatissimi. Il dragó – una specie di lucertola – da il nome a Sa Dragonera, ma in molti si appostano per scoprire i cormorani e i falchi.

Le spiagge

Non solo natura, ma anche spiagge per il vostro relax e divertimento. A Palma di Maiorca citiamo subito Platja d’Es Trenc, la più quotata. E’ molto ampia – lunga quasi 3 km – bianchissima e quasi di atmosfera caraibica. Al secondo posto, S’Arenal: la più grande spiaggia di Palma di Maiorca, il capoluogo dell’isola. E’ lunga ben 4,5 km e ospita il cuore della movida turistica estiva – specie tedesca.

Oltre queste due troviamo Capo Formentor e Cala Mesquida. La caratteristica di entrambe è che si tratta di baie bianche e acque smeraldine. A nord, facciamo presente che il mare può essere un po’ mosso, ma ciò non impedisce ai turisti – in questo caso soprattutto italiani – di godersi una bella nuotata.

Visitare Maiorca in una settimana

Maiorca si può visitare in una settimana? Sì, certo, se si desidera si può noleggiare un’autovettura davvero a basso costo e partire alla scoperta delle spiagge più incontaminate dell’isola. Inoltre, moltissime sono le attrattive non naturalistiche, come ad esempio la bellissima città vecchia: zona interamente pedonale, ospita oltre a bar e ristoranti, anche mercati e botteghe, il tutto immerso in un borgo storico davvero pittoresco!

Altrettanto stupenda e definita una delle zone più belle di Maiorca è quella che ospita la Cattedrale di Santa Maria. In molti la chiamano semplicemente La Seu e si tratta del principale edificio religioso di Palma. Il suo rosone e le sue volte sono davvero mozzafiato, mentre le sue dimensioni richiamano una maestosità quasi senza eguali.

Voglia di movida, infine? Dove andare a Palma di Maiorca per scovare il divertimento vero? Non vi sbaglierete se punterete sulle discoteche BCM, Tito’s e Abraxas.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati