Viaggi

Tutto quello che c'è da vedere nel bellissimo paese di Porto Venere

Una guida dettagliata su come raggiungere, dove soggiornare e cosa vedere nella località di Porto Venere, per una fantastica vacanza estiva

Fonte: pixabay

Porto Venere è un bellissimo piccolo paese ligure, si trova in provincia di La Spezia e conta poco più di 3.500 abitanti. La sua estensione è davvero limitata, ecco perché detiene il primato di comune più piccolo di tutta la provincia.

Ma non solo: nel 1997 il paese di Porto Venere, le isole Palmaria, Tino, Tinetto e ovviamente le più conosciute Cinque Terre è stato inserito tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Questo gioiello italiano si trova all’estremità sud della sponda ovest del golfo di La Spezia, più poeticamente detto Golfo dei Poeti, appunto. Insieme alle tre isole già citate, ovvero Palmaria, Tino e Tinetto è meta di turismo sin da tempi antichi.

Le spiagge di Porto Venere

Contrariamente a quanto si pensa, Porto Venere non fa parte delle Cinque Terre, che in realtà sono Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. Nonostante questo, le spiagge di Portovenere sono rinomate e fonti di attrattiva, grazie al fatto che si affacciano sulle acque cristalline del mar Ligure, elencate in diverse guide turistiche, tra cui la famosa Guida Blu del Touring Club Italiano e Legambiente.

Le sue spiagge più famose sono quella di Palmaria, ovvero la spiaggia principale dell’isola di Palmaria, la quale si trova proprio di fronte al comune di Portovenere. La ghiaia punteggiata di scogli rende questo paesaggio davvero romantico e la sua posizione riparata è sempre dolcemente sfiorata dalla corrente del canale.

Anche Cala Fornace si trova a Palmaria, meravigliosa spiaggia raggiungibile esclusivamente via mare. E’ molto suggestiva e la sua e scogliera rocciosa è ricoperta di vegetazione.

Come arrivare a Porto Venere

A questo proposito, ci si chiede come arrivare a Portovenere. Si può accedere alla cittadina tramite l’autobus, il mezzo più economico. Da La Spezia si arriva in mezz’ora e la provincia ligure può essere davvero una buona base di partenza. In estate è molto quotato anche il battello, regolamentato dal Consorzio Marittimo Turistico.

L’auto è consigliata solo a chi non ne può fare a meno, dal momento che le strade sono molto strette e serpeggianti e solo chi è davvero in grado di districarsi tra le stradine liguri può davvero ardire di arrivarci in macchina.

Il parcheggio, tra l’altro, è salato. È buona norma sapere che il centro di Porto Venere è interdetto al traffico e di reali parcheggi non ne esistono. A questo proposito, si consiglia di parcheggiare al parcheggio Golfo, in Via Olivo.

Cosa vedere a Porto Venere

Cosa vedere a Portovenere? Prima di tutto la Chiesa parrocchiale di San Lorenzo e il santuario della Madonna Bianca, la prima eretta dai Genovesi nel XII secolo e il secondo famoso per il suo stile romanico. Molto d’impatto anche la visita all‘Abbazia di San Venerio sull’Isola del Tino e ai ruderi dell’oratorio paleocristiano sull’Isola del Tinetto.

Chi ama l’architettura civile, potrà godere di un’ottima vista grazie alle mura e al complesso torre e porta del centro storico. Interessanti anche il Castello Doria e Forte Cavour.

Gli hotel

Hotel in cui soggiornare ce ne sono parecchi, ma siccome il borgo è come abbiamo detto di dimensioni limitate, è conveniente prenotare con un certo anticipo il pernottamento in questa zona.

Lo stesso vale per i B&B, comode strutture a gestione famigliare, molto accoglienti per una visita non formale di Portovenere. Tra Via Olivo e Via Garibaldi, poi, ci sono tutta una serie di ristoranti davvero deliziosi, due dei quali sono persino Stelle Michelin!

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati