0, 1, 0, 1, 0, 0, 0 trend

L'ultima radiocronaca di Riccardo Cucchi: l'omaggio di San Siro

L'ultima radiocronaca di Riccardo Cucchi con l'omaggio di San Siro e la confessione: “Sono laziale”

Riccardo Cucchi, una delle voci storiche di Tutto il calcio minuto per minuto “appende al chiodo” il microfono: oggi l’ultima radiocronaca che chiude una carriera lunga quasi quarant’anni. La partita dell’addio al commento calcistico è Inter-Empoli, i tifosi neroazzurri lo sanno e gli dimostrano il loro affetto e calore: dalla Curva Nord di San Siro si staglia tra il pubblico lo striscione per Cucchi, dove si legge “A te il nostro applauso per averci emozionato per davvero, in un mondo finto, Riccardo Cucchi simbolo del nostro calcio”. Non hanno dimenticato le parole esultanti del giornalista romano durante la finale di Champions League 2010, quando Diego Milito segnò il secondo goal. Le immortalano su un altro striscione tutto per lui: “Ma c’è il contrattacco di Milito. Milito che lascia sul posto con una finta…Reeeteee…”

Tanti i regali per il giornalista sportivo: il dirigente dell’Inter gli regala una maglietta con il numero 10 e il suo nome, stessa idea della squadra avversaria dell’incontro di oggi, l’Empoli, che però vuole ricordare gli anni della lunghissima carriera di Riccardo Cucchi: 38. Ecco il tweet a lui dedicato: “Una maglia con il nome e gli anni di una splendida carriera. Un piccolo pensiero per le emozioni che ci hai regalato. Grazie @CucchiRiccardo”.

E poi, una confessione: Ora posso dirlo tifo Lazio. Ma ho sempre cercato di trattare i biancocelesti con estrema imparzialità” queste le parole che rendono particolarmente orgogliosi i tifosi della squadra antagonista della Roma, che senz’altro non avranno dimenticato le parole di ormai diciassette anni fa del radiocronista: “Sono le 18 e 4 minuti del 14 maggio del 2000. La Lazio è campione d’Italia”. Forse la confessione di Cucchi non suona una sorpresa vista la solennità di questo annuncio.

I supporter della Lazio vogliono ringraziarlo a modo loro e lo fanno su Twitter con un post che recita così: “Riccardo sei stato per anni un imparziale radiocronista dal cuore biancoceleste. Ora ti aspettiamo allo stadio da tifoso”, e abbiamo motivo di credere che questo invito verrà ben presto onorato dal giornalista.

All’anagrafe Riccardo Maria Cucchi, il radiocronista romano ha anche commentato la Nazionale Italiana di calcio dal 1994 al 2014: gli ultimi “commenti azzurri” sono stati per un’amichevole contro il Lussemburgo. Oggi la sua ultima radiocronaca, ma la sua voce resterà per sempre nei ricordi di tutti gli sportivi e gli appassionati di calcio italiani.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti