Tech

Un drone porta la pillola in Irlanda del Nord per protesta

Alcune attiviste hanno usato un drone per inviare pillole abortive in Irlanda del Nord come segno di protesta contro la legge vigente

Fonte: Pixabay

Un drone è stato utilizzato come segno di protesta contro la legge sull’aborto vigente sia in Irlanda del Nord che nella Repubblica d’Irlanda. Alcuni gruppi di difesa delle donne, l’olandese Women on Waves, l’irlandese Rosa e i nord irlandesi Alliance for Choice e Labour Alternative, hanno inviato delle pillole abortive alle donne nord irlandesi proprio tramite un aeromobile a pilotaggio remoto. Lo scorso 21 giugno poco dopo le ore 10, il drone è stato fatto volare attraverso il confine da County Louth nell’Eire a Narrow Water Castle nella contea di Down.

Le manifestanti vi hanno posizionato le pillole abortive Mifepristone e Misoprostol, considerate farmaci essenziali dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ed alcune prescrizioni mediche legali. Tutto questo in segno di protesta contro la legge e di solidarietà verso tutte le donne che non hanno il diritto di decidere autonomamente del loro corpo. In Irlanda del Nord è illegale sottoporsi ad un aborto tranne nel caso in cui l’operazione venga reputata strettamente necessaria al fine di salvare la vita della madre o nel caso in cui la gravidanza comporti un concreto rischio per la salute fisica o psichica della gestante.

Le sanzioni sono molto pesanti ed arrivano persino al carcere a vita. All’inizio di quest’anno, una donna di Belfast ha avuto una sospensione condizionale della pena comminata a seguito dell’assunzione di pillole abortive acquistate online. Anche nella Repubblica d’Irlanda è illegale praticare un aborto a meno che la vita della madre sia ad alto rischio; la pena in questo caso comporta 14 anni di carcere. Se una donna irlandese o nord irlandese vuole abortire, deve quindi recarsi nel Regno Unito e rivolgersi ad una clinica privata; ovviamente a proprie spese.

Secondo le statistiche del Ministero della Sanità britannico, nel solo 2015, 3.451 donne si sono recate in Inghilterra e in Galles per sottoporsi ad un aborto. Naturalmente questo numero non tiene conto delle donne che non possono permettersi il costo del viaggio e quello della clinica privata. Tra il 2014 e il 2015, solo 16 interruzioni di gravidanza sono state invece eseguite nell’Irlanda del Nord. Women on Waves non è nuova a questo tipo di manifestazioni di protesta tramite drone: nel giugno 2015 ha effettuato la stessa operazione al confine tra Germania e Polonia.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati