0, 2, 0, 0, 0, 0, 0 trend

Via libera ai formaggi grassi e stagionati: fanno salire il colesterolo 'buono'

Secondo una ricerca dell'Università di Copenhagen, il formaggi grassi e stagionati farebbero aumentare il livello di HDL, il 'colesterolo buono'.

Siete golosi di formaggi saporiti e vi siete sempre dovuti trattenere perché sono considerati nocivi alla salute? Ci sono buone notizie per voi: secondo una ricerca effettuata dall’Università di Copenhagen, i formaggi, soprattutto quelli grassi e stagionati, sarebbero invece ‘amici’ del cuore, grazie alla loro capacità di produrre HDL, il cosiddetto colesterolo buono che aiuta la salute cardiovascolare.

Lo studio danese, pubblicato sull’‘American Journal of Clinical Nutrition’, è stato effettuato un campione di 139 volontari, divisi in tre gruppi. Uno ha mangiato quotidianamente 80 grammi (circa una porzione e mezza) di formaggio stagionato e grasso, un altro la stessa quantità di formaggio ma più soffice e magro e il terzo gruppo ha escluso il formaggio dalla sua alimentazione a favore di una dieta più ricca di carboidrati, circa 90 grammi al giorno.

Dopo 12 settimane, i ricercatori hanno analizzato le analisi del sangue dei tre gruppi relativamente a colesterolo, zuccheri e trigliceridi e misurato la circonferenza della vita dei volontari e l’esito è stato sorprendente: il gruppo dei mangiatori di formaggi grassi non ha evidenziato – come gli altri due – aumento di girovita, zuccheri o colesterolo LDL.

In compenso, contrariamente a quanto si ritiene comunemente, solo chi aveva mangiato i formaggi stagionati ha registrato un aumento del livello di HDL, il cosiddetto colesterolo buono.

Quindi, se nella vostra dieta quotidiana vi siete riservati un piccolo spazio (ci spiace ma la ricerca non parlava di chili…) per il formaggio, concedetevene pure uno grasso e stagionato: la vostra salute cardiovascolare vi ringrazierà. Almeno stando alla ricerca danese…

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti