Sport

Xherdan Shaqiri, calciatore albanese, naturalizzato in Svizzera

Xherdan Shaqiri, fantasista dello Stoke City è al suo ottavo anno da professionista. E' soprannominato "il Messi delle Alpi"

Fonte: flickr

Xherdan Shaqiri è un calciatore di origine albanese ma naturalizzato svizzero, nato nel 1991. È alto 1.69 m per 73 kg e gioca nel ruolo di centrocampista o attaccante; attualmente milita nelle fila dello Stoke City oltre che in quelle della Nazionale elvetica.

Per via della sua scarsa altezza ma elevata velocità è soprannominato “il Messi delle Alpi” o “il nano magico”, e dà il meglio di sé come trequartista destro, specialmente nel modulo 4-2-3-1. Di norma si distingue come assistman.

E’ prezioso nelle squadre perché molto spesso riesce ad andare in gol anche, soprattutto grazie alla sua abilità nei calci piazzati del suo piede mancino. Essendo cresciuto in svizzera, Shaqiri inizia la sua carriera nel vivaio giovanile del SV Augst nel 1999, a soli 8 anni.

Nel 2001 passa al Basilea, club dove gioca per 11 anni, crescendo dalle giovanili fino alla prima squadra, dove esordisce nella stagione 2009-2010; in quello stesso anno entra per la prima volta in Europa League, distinguendosi con dieci presenze e due reti. Quell’anno il Basilea si aggiudica anche coppa nazionale e campionato , quest’ultimo vinto dal club per tre stagioni consecutive. Nel 2012, tuttavia, viene acquistato dal Bayern Monaco con contratto quadriennale per la cifra di 12 milioni di euro: in questa stagione colleziona moltissime presenze grazie anche alle numerose assenze di Franck Ribery. Questo anno è ancora fonte di numerose soddisfazioni personali del centrocampista svizzero in quanto vince la sua prima Bundesliga e la sua prima Champions, in una emozionante finale con il Borussia Dortmund vinta per 2-1 dai bavaresi; sempre nel 2012 vince anche la Coppa di Germania.

Anche la stagione 2013-2014 sarà brillante per Shaqiri, che vedrà entrare nel proprio palmares una vittoria della supercoppa UEFA contro il Chelsea in agosto, per poi continuare con il titolo iridato nel Mondiale per Club, nella Bundesliga e nella Coppa di Germania. C’è da segnalare che in questa stagione il Nano Magico è presente in 82 match segnando 17 reti. Meno luminosa è invece la dinamica che lega Xherdan Shaqiri all’Italia: nel 2015, infatti, l’Inter lo ottiene in prestito con l’opzione del diritto di riscatto. Tuttavia, nonostante un buon inizio in maglia nerazzurra, gli attriti con il resto della squadra e con mister Mancini si fanno sentire dopo un solo semestre di permanenza a Milano, tanto da diradare sempre di più le sue presenze in campo.

Alla fine l’Inter decide di non riscattarlo ma piuttosto di cederlo allo Stoke City, club nel quale si trova attualmente. Per il team inglese, fino ad ora, Shaqiri risulta il giocatore più pagato nella storia dei Potters. Il calciatore, poiché originario dell’Albania ma naturalizzato elvetico, avrebbe la possibilità di militare in entrambe le nazionali, ma ha sempre preferito i rossocrociati, esordendo con la maglia svizzera nel 2010, vincendo prima l’argento Europeo Under 21 in Danimarca nel 2011. Con la Nazionale maggiore ha segnato anche il goal necessario alla qualificazione agli Europei 2012 ; la Svizzera con Shaqiri è stata infine anche ammessa ai Mondiali FIFA 2014, arrivando fino agli ottavi di finale.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati