2 mele al giorno riducono il rischio d'infarto #lodicelascienza

Un recente studio ha dimostrato che due mele al giorno agiscono positivamente sul colesterolo alto e sulla salute cardiaca: ecco come

Se avete sempre creduto al detto “Una mela al giorno toglie il medico di torno”, sappiate che siete stati ingannati perché al fine di ottenere effetti positivi sul cuore grazie alle mele (sapete che la mela non è un frutto?), bisogna mangiarne due per 8 settimane consecutive. A questa conclusione sono giunti i ricercatori dell’Università di Reading in collaborazione con la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige.

Lo studio è stato pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition e ha preso in esame pazienti con livelli di Ldl (colesterolo cattivo) più alti della media (qui la lista dei cibi da evitare): alcuni partecipanti hanno mangiato due mele Renetta Canada per 8 settimane di seguito, altri hanno invece assunto il succo di mela in quantità proporzionate alle due mele.

Dai test è emerso che soltanto i primi hanno visto scendere il loro colesterolo cattivo del 4% grazie all’azione di fibre e polifenoli contenuti nei frutti (le mele combattono anche l’acne). Julie Lovegrove, tra gli autori dello studio, afferma che i risultati “mostrano che adottare un cambiamento semplice da implementare nella propria dieta potrebbe avere un impatto importante sulle misure per ridurre il rischio cardiovascolare” (andateci piano anche con il gelato).

La ricerca sull’assunzione per 8 settimane di due mele è stata anche presa a modello dal servizio sanitario nazionale britannico, il National Health System, che ha in effetti ravvisato miglioramenti, puntualizzando tuttavia che le due mele “non dovrebbero essere considerate come dei sostituti dei medicinali per abbassare il colesterolo”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti