20 tweet che faranno sorridere qualunque genitore con bimbi piccoli

Sul web spopolano i tweet di genitori con bimbi. Ecco una selezione dei più divertenti

Di tweet che fanno sorridere è pieno il web, affrontando argomenti di ogni tipo ma i tweet di genitori con bimbi rappresentano di certo una delle categorie più divertenti in assoluto. Di seguito è riportata un’ampia selezione di post da vari account Twitter, con tematiche svariate, dalla festa del papà al rotolo di carta igienica srotolato e sistemato. Tutti tweet che fanno sorridere insomma, frutto del genio dei bambini. Ogni genitore deve sfoderare un sorriso forzato dinanzi ai regali dei propri piccoli ma chi sa che faccia avrà fatto il padre che si è ritrovato un assorbente sul proprio biglietto d’auguri. Fare il genitore vuol dire non avere mai tempi da soli, neanche in bagno, come dimostra un bimbo che bussa alla madre, solo per dirle che è proprio lui a chiamarla, non altri.

Al giorno d’oggi inoltre i piccoli sono troppo legati alla tecnologia. Ecco che per i bambini in spiaggia manca il wifi, l’acqua è salata e non c’è pizza. Spesso sono i figli a dare lezioni: “Mia figlia di cinque anni e una sua amica hanno terminato una discussione decidendo che avrebbero preso un po’ di formaggio e si sarebbero date una calmata”. Tutti i bambini hanno però qualcosa in comune. Ognuno di loro guarda, tocca, odora, assaggia e distrugge. Discorso valido per tutto: “Mio figlio di 3 anni ha per sbaglio srotolato l’intero rotolo di carta igienica. Nessun problema però, perché l’ha ‘sistemato'”. Ogni mamma è esausta al termine della giornata: “Se aspetti abbastanza a lungo per preparare la cena, tutti inizieranno a mangiare cereali. E’ scienza”.

Intanto un padre si stupisce nell’eccitarsi vedendo un camion da cantiere. Una passione alquanto noiosa, come spesso possono esserlo: “Fare il genitore è stressante, perché quando i bambini sono rumorosi, sono fastidiosi. Quando sono calmi, stanno per perdere un pezzo di carne o un occhio”. Anche il noto conduttore Conan O’Brien fa i conti con l’educazione dei suoi piccoli, ai quali ha spiegato il sistema di tasse ai suoi figli, mangiando il 38% del loro gelato. A proposito di dolci, mai lasciare una bambina sola con un dolcetto, per la maggior parte questo finirà sui suoi vestiti. Si torna a parlare di gelato, quando una mamma confessa di darlo a colazione ai suoi figli, per calmarli.

Il ritorno del gelato: “Bambini in cucina: ‘Papà potremmo avere il gelato?’ Io: ‘No’. Lunga pausa. Bambini: ‘Papà potremmo essere perdonati per averlo già mangiato?'”.
Una mamma deve esaltare la vena artistica di suo figlio, ma è difficile quando la sua band non ha musicisti. I figli possono anche deludere, come il piccolo che si nascondeva dietro una recinzione a catena. Costringere i figli a mangiare è un antico dilemma e una mamma si lamenta dei 10 kg accumulati per non sprecare il cibo. Questo è solo uno dei sacrifici: “Quando hai dei figli, dormire è soltanto star stesi sul letto cercando di capire cosa fosse quel frastuono”. Spesso però con i bambini è una lotta, come quando si armano di pennarello indelebile o provano a staccarti la testa con un piede. Non solo i figli sono legati alla tecnologia: “Alzando lo sguardo dal cellulare: ‘Bambini, andiamo via dal parco giochi al 22% di batteria'”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti