4 pratiche regole per non restare mai senza soldi

Risparmiare non è mai stato semplice, soprattutto se non si possiede un lavoro particolarmente redditizio. Ecco quattro regole per non rimanere senza soldi

Risparmiare è una pratica tanto importante quanto complicata, soprattutto in un periodo di difficoltà economica come quello attuale. Arrivare a fine mese, per molte persone, è una vera impresa. Per questo, riuscire a capire quali siano i costi che possono essere ridotti può essere utile per non avere sempre il portafoglio vuoto. Indubbiamente, le spese derivanti dai desideri improvvisi e spontanei sono quelle che comportano un esborso maggiore e aumentano il rischio di trovarsi senza soldi prima del previsto.

Risparmiare, comunque, non è impossibile. L’importante è sapere come fare. Innanzitutto, si deve avere cognizione del denaro che si ha a disposizione e, di conseguenza, saperlo dividere in base all’importanza che si attribuisce ad ogni spesa. In genere è consigliato riservare per le spese mensili circa il cinquanta percento del reddito disponibile. La restante parte, invece, può essere così distribuita: trenta percento per le spese meno importanti, come possono essere la cena al ristorante con il gruppo di amici o la colazione fuori casa, e venti percento per i progetti che si hanno per il futuro come una vacanza o una macchina fotografica che vi piace particolarmente.

Oppure, se questo metodo di suddivisione del reddito non vi sembra adatto per risparmiare, potete dividere il denaro a disposizione in base a due categorie di spesa: quelle permanenti e quelle più superflue. Ovviamente, l’attribuzione dipenderà soltanto dalle vostre esigenze individuali o della famiglia in generale. Inoltre, onde evitare di trovarsi senza soldi prima della fine del mese, potete impostarvi un budget mensile minimo, necessario per le spese fondamentali, e utilizzare la restante parte come meglio preferiate. Infine, per risparmiare è possibile utilizzare un ulteriore metodo, molto più peculiare di quelli precedenti: imporsi un budget settimanale di spesa dal quale non si può assolutamente eccedere.

Così facendo, si potrà prestare maggiore attenzione su quanto si spende, senza interessarsi dell’importanza dei bisogni e dei desideri. Quindi, se a metà settimana avrete già speso più di quanto possiate permettervi, dovrete contenervi fino alla fine della settimana con la certezza, però, che da quella seguente avrete a disposizione la quantità iniziale. Insomma, i modi per risparmiare sono tanti, anche in un periodo economicamente complicato come quello attuale.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti