5 cibi sani ma che in realtà non lo sono affatto #lodicelascienza

Hanno la nomina di essere cibi light e salutari ma nascondono insidie pericolose per chi vuole dimagrire: ecco i cibi che ci ingannano

A metà mattinata o nel bel mezzo del pomeriggio sentiamo spesso una vocina dentro la nostra testa che ci invita con insistenza a prenderci una pausa dal lavoro per fare uno snack… Cosa sarà mai una galletta di riso o uno yogurt? Eppure dietro la reputazione di alcuni cibi light (qui i 15 cibi con meno di 120 calorie) si nascondono insidie pericolosissime per la nostra linea: l’apparenza inganna anche in cucina, dunque ecco gli alimenti considerati generalmente salutari ma che non lo sono affatto e da cui stare lontani.

Le gallette di riso sono leggere, pratiche, non vanno in frigo né riscaldate: potrebbero essere lo snack perfetto se non fosse che hanno un indice glicemico altissimo (82) che porta a provare sazietà in un primo momento e poi a farci sprofondare di nuovo nella fame. È emerso da alcuni studi condotti dal New Balance Foundation Obesity Prevention Center che cibi con alto indice glicemico fanno cedere il cervello più facilmente alle voglie… E sappiamo bene che una volta iniziata la scorpacciata di gallette di riso, poi è complicato fermarsi.

Volete optare per un frullato? Sappiate che soprattutto quelli confezionati sono composti con latte ad alto contenuto calorico più dolcificanti altrettanto pesanti, così quello che potrebbe sembrare uno spuntino salutare arriva ad avere anche 440 calorie, quasi 1/3 del fabbisogno quotidiano di una donna normopeso (qui la ricetta di un frullato davvero light!).

Anche lo yogurt aromatizzato è un “false friend” in fatto di dieta: è vero che aiuta a combattere la depressione, ma sappiate che l’apporto di zucchero è spesso eccessivamente alto; per ovviare in parte al problema, conviene scegliere lo yogurt bianco e poi aggiungere nel vasetto pezzi di frutta fresca.

Per non parlare dei muesli! La miscela di cereali e frutta secca è micidiale per chi vuole perdere peso: già la frutta secca è di per sé molto calorica, in più l’avena e gli altri cereali vengono affogati nell’olio, ricoperti con lo zucchero e poi infornati. Basti pensare che una porzione di muesli per la prima colazione equivale a ben 5 porzioni di fiocchi di mais.

Infine le barrette proteiche, che promettono miracoli, sono in realtà altamente zuccherine: arrivano fino a 350 calorie e contengono molti conservanti… Sarebbe meglio allora mangiare delle caramelle al posto delle barrette!

Se proprio volete perdere peso, fate come questo ragazzo che per un anno intero si è cibato solo di patate, oppure concedetevi un po’ di relax anche dalla dieta e guardate un bel film abbinato ad uno snack.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti